Malesia: è morto Iman, l'ultimo rinoceronte di Sumatra

Malesia, è morto l’ultimo rinoceronte di Sumatra

Ne restano solo 80 esemplari in tutto il pianeta
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Con la morte di Iman, restano solo 80 esemplari di rinoceronte di Sumatra sul nostro pianeta.
Con la perdita di questa femmina, in Malesia la più piccola delle specie di rinoceronte si è ufficialmente estinta.

I rinoceronti di Sumatra rimasti si trovano in Indonesia, e la loro popolazione secondo la lista rossa IUCN si trova in uno stato di pericolo critico. 

Iman era una femmina di rinoceronte di 25 anni e da quando viveva in cattività nella Tabin Wildlife Reserve sull’isola di Borneo, nello stato orientale di Sabah, stava combattendo contro un terribile tumore all’utero.

Il decesso di Iman arriva sei mesi dopo la scomparsa in Malesia di Tam,  ultimo esemplare maschio di rinoceronte di Sumatra.

Nel 2017 un’altra femmina era morta in cattività e purtroppo fino ad ora i tentativi di allevare i rinoceronti di Sumatra sono quasi tutti falliti: negli ultimi 15 anni solo due femmine in cattività sono riuscite a riprodursi.

I rinoceronti di Sumatra sono la specie di rinoceronte più piccola delle cinque esistenti sul pianeta e le cause principali del drastico di questa popolazione negli ultimi anni, sono soprattutto il bracconaggio e caccia e la distruzione del loro habitat.

Il rinoceronte è il secondo più grande mammifero terrestre, dopo l’elefante.
Della famiglia Rhinocerotidae fanno parte 5 specie in tutto il mondo.

Due di loro sono originarie dell’Africa (bianco e nero) e tre dell’Asia meridionale (indiano, Giava, Sumatra).

A causa del bracconaggio e della perdita di habitat, il numero dei rinoceronti è drasticamente in calo.

Ad esempio, i rinoceronti bianchi del nord sono di fatto estinti. Solo due femmine di questa specie sono rimaste sul nostro pianeta. Gli scienziati stanno provando a ricorrere all’inseminazione artificiale, utilizzando tecniche di riproduzione assistita, per garantire il futuro della specie.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it