Black Friday, ecco '14 giorni': video-guida per chi compra on line

Black Friday, ecco ’14 giorni’: video-guida per chi compra on line

Corto realizzato da UE e Altroconsumo per spiegare i diritti dei consumatori
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

MILANO – Venerdì arriva il ‘Black Friday’ e tutti, anche chi è contrario (come i ragazzi del ‘Fridays for Future’ che hanno lanciato il ‘Block Friday’) stanno parlando della giornata diventata famosa per le sue offerte lampo e la scontistica diffusa. Così, in vista del 29 novembre, anche l’Unione Europea- insieme ad Altroconsumo in Italia- ha rilanciato la campagna per i diritti dei consumatori ‘You’re right’ con un video thriller-comico, come lo definiscono i promotori, in cui si illustra il diritto di ogni cittadino europeo al recesso dall’acquisto del prodotto entro 14 giorni.

E proprio ’14 giorni’ è il titolo del cortometraggio che ha come protagonista una ragazza che acquista, senza troppa consapevolezza, un prodotto online ed è colta dal dubbio di volerlo restituire. A spiegarle i suoi diritti sono alcuni personaggi che a sorpresa appaiono in casa sua, interpretati da alcuni nomi noti nel mondo dei social network: Giacomo Lucarini, Giulia Torelli, Andrea Galeazzi e Imen Boulahrajane, oltre all’attrice Alessandra Scarci.

I dubbi dei consumatori italiani, spiegano infatti i promotori dell’iniziativa, sono ancora molti, se poco più della metà di loro (58%) è consapevole che esiste un periodo di 14 giorni per avere un ripensamento e recedere dall’acquisto. Un dato che mostra un disavanzo di 9 punti rispetto al resto dei cittadini europei. Per questo la Commissione europea- attraverso la direzione generale della Giustizia e dei Consumatori- ha deciso di dedicare un video al tema del diritto di recesso in 14 giorni, per parlare in modo particolare a chi più frequentemente si avvale dell’e-commerce: i giovani.

“Nel corso del 2019 abbiamo gestito 2.800 casi di reclami relativi all’acquisto di beni e servizi e al diritto di recesso e ripensamento, si tratta del 24% dei reclami che riceviamo complessivamente ogni anno- spiega Ivo Tarantino, responsabile relazioni esterne Altroconsumo– Un dato che dimostra l’importanza e l’utilità concreta di progetti come questo che vogliono sensibilizzare e informare i consumatori, soprattutto i più giovani, riguardo i diritti che è possibile esercitare in caso di problemi”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it