Il mistero di Oregon Vortex: fenomeni inspiegabili o illusione ottiche?

Il mistero di Oregon Vortex: fenomeni inspiegabili o illusione ottiche?

Cosa si nasconde dietro questi strani fenomeni?
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Anomalie spazio temporali, campi magnetici impazziti o, più semplicemente, illusioni ottiche. Sono tante le ipotesi formulate per spiegare gli strani fenomeni che avvengono a Oregon Vortex, ma una soluzione definitiva ancora non è stata trovata.

Persone che sembrano cambiare altezza, sensazioni di vertigine, corpi che assumono posizioni inclinate.
I misteri di Oregon Vortex sono stati anche citati in una puntata di X-Files nel 1999.
Cosa si nasconde dietro questi strani fenomeni?

Oregon Vortex

Il mistero di Oregon Vortex, a Gold Hill, nella Contea di Jackson, va avanti da oltre un secolo.
Si narra che i nativi americani si riferissero al sito come una terra “proibita” e che i cavalli si rifiutassero di attraversare l’area.

La fama di “zona misteriosa” iniziò nei primi del 900, quando l’unica costruzione dell’area scivolò dalle sue fondamenta, assumendo una strana angolazione.
Per diversi anni il sito fu studiato dal geologo John Lister, che condusse fino al 1959 molti esperimenti.

Nel 1930 l’area fu aperta al pubblico, diventando un’attrazione turistica.

I fenomeni di Oregon Vortex

A Oregon Vortex qualcosa di strano accade davvero, per un motivo o per l’altro.
L’attrazione principale è la cosiddetta “House of Mystery”, la casa dei misteri, la costruzione originale che ha dato il via alla fama di Oregon Vortex.

All’interno della casa, ad esempio, le scope restano in posizione verticale sul pavimento. Questo mistero è stato spiegato da diversi esperti, che sostengono come determinati tipi di scope possano stare facilmente in piedi da sole in base al tipo di setole e all’angolazione del pavimento.

Altro fenomeno curioso sono gli oggetti che sembrano rotolare in salita. In questo caso si tratterebbe di un’illusione ottica: in realtà rotolano in discesa, ma le pareti inclinate della casa ingannano gli occhi.

Anche la sensazione di vertigine può essere facilmente spiegata: potrebbe nascere dal disorientamento che le persone sperimentano varcando la soglia della casa.

L’area di Oregon Vortex è anche famosa per il “cambio di altezza”: a seconda di dove le persone si posizionano sembrano variare la loro statura.

In molti sostengono che questo effetto sia dovuto allo sfondo distorto che induce una prospettiva forzata, come nella più famosa “Stanza di Ames”.

Stanza di Ames

I misteri di Oregon Vortex sono tanti. Alcuni trovano una risposta nelle illusioni ottiche, altri, invece, sono ancora tutti da risolvere.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it