Caltagirone, studenti in versione ‘apprendisti ciceroni’

Appuntamento al Museo d’arte contemporanea

CALTAGIRONE (CATANIA) – Per un giorno gli studenti dell’istituto superiore ‘Majorana-Arcoleo’ di Caltagirone hanno recitato il ruolo di ‘Apprendisti Ciceroni’ di loro coetanei alla scoperta delle bellezze artistiche ospitate nel territorio del comune, un importante centro della provincia di Catania. EL’attività si è svolta nell’ambito delle ‘Mattinate Fai d’Inverso’, il grande evento nazionale del Fai – Fondo ambiente italiano.

Tra i beni aperti in Sicilia grazie al Fai calatino, la cui responsabile è Aline Lo Giudice e al comune, c’è il Museo d’arte contemporanea di Caltagirone (Macc), nell’ex Ospedale delle donne: qui gli ‘Apprendisti Ciceroni’ dell’istituto superiore ‘Majorana-Arcoleo’ hanno guidato in visita altri studenti, di diverse scuole della città, alla scoperta della collezione donata da Sylvia Franchi, direttrice della Galleria Artivisive dell’associazione culturale internazionale di Roma e della raccolta di Art brut/Outsider art: la prima con grandi artisti internazionali e la rara sezione di poesia visiva; la seconda con opere di enorme suggestione, unica istituzione pubblica in Italia a rappresentare quest’arte.

L’iniziativa rientra nell’ambito delle classi ‘Amiche Fai’, per le quali fino sabato 30 novembre, gli studenti sono invitati a conoscere il patrimonio storico e artistico del loro territorio, accompagnati dagli ‘Apprendisti Ciceroni’, appositamente formati dai volontari Fai che operano in un dialogo continuo con i loro docenti.

2019-11-29T14:09:06+01:00