Chiara Biasi sommersa dalle polemiche dopo lo scherzo a Le Iene

Chiara Biasi sommersa dalle polemiche dopo lo scherzo a Le Iene

L'influencer è corsa a spiegarsi su Instagram
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Per 80mila euro io neanche mi alzo dal letto e mi pettino”. Continua ad accendere le discussioni sul web la frase – ormai celebre – che Chiara Biasi ha pronunciato in televisione.

Lo scherzo

Nella puntata di ieri sera de Le Iene, l’influencer è stata protagonista di uno scherzo per lei poco piacevole. Chiara era stata chiamata da un brand internazionale per essere testimonial della nuova campagna di borse. La ragazza, 2.4 milioni di followers su Instagram, ha così posato per alcune foto professionali. Peccato che, in post produzione, Chiara apparisse sul water o su un assorbente gigante. A quel punto la reazione è di panico:“Ok, accetto di finire su un assorbente. Ma per 80.000€? Io per 80.000€ manco mi alzo al mattino e mi pettino i capelli”.

IL VIDEO QUI

Le polemiche

Nel giro di poche ore, la frase è diventata un vero e proprio caso con una miriade di commenti arrivati sui social. Il nome di Chiara Biasi è entrato nei trending topic di Twitter e rimane stabile nelle tendenze. La voce è una: quella frase è offensiva verso chi va a lavorare per avere anche solo mille euro al mese. 

Le scuse

La portata di messaggi ha così travolto Chiara. L’influencer è subito corsa su Instagram per spiegarsi:

“Ragazzi so bene cosa dico, magari non nel modo più corretto visto il momento e l’agitazione…ma quello che intendevo è proprio quello! Io per qualsiasi cifra non faccio certe cose, tra le quali campagne su un assorbente volante o su un water: semplice! E non è  sputare sul denaro, anzi, ma rispettare me stessa e le persone che lavorano con me e per me. Perché sono dieci anni che lavoro e mi mantengo, e il mio percorso pulito conta più di qualsiasi cifra. Easy! Non trasformate come sempre un misunderstanding in una polemica”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it