25 anni di Playstation: l'esordio il 3 dicembre 1994

25 anni di Playstation: l’esordio il 3 dicembre 1994

Il messaggio del Ceo di Sony Interactive Entertainment Jim Ryan
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Era il 3 dicembre 1994 e la Sony faceva arrivare sugli scaffali dei negozi giapponesi, la sua console casalinga per videogiocare. Sono passati 25 anni e da semplice progetto aziendale interno, come ricorda il CEO Jim Ryan, la Play Station è diventata sinonimo di videogioco, come a suo tempo il walkman della casa giapponese diventava la parola per indicare la musica in movimento.

Nel messaggio che il numero uno di Sony Interactive Entertainment ha voluto mandare al mondo intero, sono elencati i punti salienti che hanno trasformato le console della Sony in veri e propri status symbol: “Ken Kutaragi e il suo team hanno portato ai giocatori una nuova idea di videogiochi che li ha elevati a una forma di intrattenimento che tutti potessero apprezzare”, ha detto.

Agli inizi degli Anni 90, la scena videoludica era dominata da Nintendo e non sembrava fosse possibile colmare il gap che si era creato. E invece, nella classifica delle console più vendute fino ad oggi, ci sono 3 macchine Sony tra le prime cinque. Il segreto di questo successo è svelato sempre nel messaggio di Ryan: “Abbiamo creato una connessione con la comunità videoludica poiché PlayStation ha offerto un’esperienza che andava oltre qualsiasi cosa si potesse immaginare. Fin dall’inizio, abbiamo accolto gli sviluppatori, offrendogli gli strumenti e la tecnologia per creare mondi bellissimi e immersivi, e la possibilità di sperimentare con nuove idee. Tale approccio ha portato alla creazione di una libreria diversificata per la quale PlayStation è nota: un vero punto di riferimento per il nostro brand, che è proseguito attraverso molteplici generazioni di piattaforme”. Celebrando il passato, i giocatori hanno già gli occhi e il cuore al futuro.

Natale 2020 vedrà debuttare la quinta generazione PlayStation che promette di alzare la qualità dell’eperienza di electronic entertainment, miscelando classic games e VR. Jim Ryan chiude così: “A nome di tutto il team di PlayStation, grazie per aver intrapreso questo viaggio insieme a noi. Non vediamo l’ora di celebrare ciò che ci aspetta in futuro”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it