I Coma Cose tornano alle origini con "Fondamenta", un vinile in tiratura limitata

I Coma Cose tornano alle origini con “Fondamenta”, un vinile in tiratura limitata

Il progetto discografico raccoglie i brani del duo mai pubblicati su supporto fisico
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – I Coma Cose hanno annunciato l’uscita di “Fondamenta”, il progetto discografico in vinile e tiratura limitata che raccoglie i brani del duo mai pubblicati su supporto fisico.

Il disco sarà distribuito e firmato in esclusiva all’interno di Asian Fake Temporary Store da domenica 8 dicembre a Roma e da martedì 10 a Milano.

“Fondamenta” è un punto di partenza. Lo dice il nome, lo scrivono Fausto e Francesca all’interno del vinile: “E adesso? – chiede lui. – Adesso ci costruiamo su”. 

“Fondamenta” nasce per rendere tangibile un sentimento originario che forse già non esiste più ma che è anche la chiave di lettura imprescindibile per capire quello che verrà. Si tratta, quindi, di un momento per incontrare i compagni di viaggio che hanno iniziato a camminare insieme agli artisti, ma anche per mostrare ai nuovi arrivati da dove i Coma_Cose hanno mosso i primi passi. 

In quest’edizione  sono sei brani presenti, tutti prodotti da Mamakass e pubblicati da Asian Fake, che segnano e descrivono la crescita artistica del duo, dalla primissima “Cannibalismo” passando per “Golgota”, “Deserto” e “Jugoslavia” fino ai più recenti “Post Concerto” e “Nudo Integrale”.

Se le prime quattro canzoni svelano i canoni artistici e stilistici del duo, i singoli che hanno preceduto l’album “HYPE AURA” sono prova di un’evoluzione mai stanca, che ha nel suo prossimo scalino la meta preferita. A guardarsi indietro sembra che i Coma_Cose non soffrano di vertigini, c’è una certa distanza dal primo movimento di rotule e talloni ma nessuna tappa si cancella al semplice comparire della successiva.

“Fondamenta” racchiude infatti tutto il mondo Coma_Cose allo stato aurorale: la prima casa dove hanno abitato, le sensazioni, le gioie e le paure, l’atmosfera umida del Naviglio, i primi esperimenti. Una lunga serie di elementi che la foto di copertina traduce al meglio, risale al 2017 ed è la primissima istantanea di Coma_Cose in quanto tali: California aveva i capelli lunghi e Fausto non aveva mai provato i baffi. Cos’altro cambierà?

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it