La mia preoccupazione è che ci sia un ritardo, andrei nel panico.

La mia preoccupazione è che ci sia un ritardo, andrei nel panico…

Cari esperti,
ho usufruito più volte di questo servizio e torno a farlo perché so di ricevere risposta da persone qualificate, il che mi tranquillizza.
Non so se vi ricordate di me(ho 20anni), ma da ormai diverso tempo nel periodo che precede le mestruazioni inizio ad essere ansiosa, tutto dovuto a due brutti episodi che mi sono capitati a ottobre del 2018 (un ritardo di 9giorni) e a maggio del 2019 (preservativo rotto e pillola del giorno dopo, anche se ancora non era avvenuta eiaculazione).
Sto provando a lavorare su me stessa e a cercare di superarla, ne ho parlato anche con mia madre, devo fare le analisi per la pillola anticoncezionale e nel frattempo ce la sto mettendo tutta per non stare eccessivamente male. Ma mi blocco. Ho avuto l’ultimo rapporto la notte del 16/11, era il secondo giorno di mestruazioni, che quindi mi sono venute il 14/11. Io e il mio ragazzo studiamo in due città diverse, per quei due giorni siamo stati insieme e per ogni rapporto abbiamo usato il preservativo, oltre al fatto che l’eiaculazione è avvenuta sempre fuori. Inoltre, abbiamo messo un po’ di acqua per un’ulteriore conferma ed era tutto ok. Il mio ragazzo è sicuro che sia andato tutto bene e prova a calmarmi. Oggi sono 28 giorni precisi, il mio ciclo dura dai 28 ai 31 giorni, ultimamente 28. In questi giorni non ho avvertito particolare dolori al seno o alle ovaie, se non qualche leggero fastidio, altre volte li avvertivo maggiormente. La mia preoccupazione è che faccia ritardo. Non saprei come gestirla, me ne andrei nel panico.
So che può succedere per tanti motivi, ma la mia mente mi farebbe credere che la causa è che qualcosa sia andata male.
Secondo voi, ci sono rischi?
Spero davvero che mi vengano in questi giorni così che possa stare bene, sono troppo triste.. 
 
Anonima

Cara Anonima,
grazie a te per la fiducia che hai nel nostro servizio online. Ci ricordiamo la tua grande preoccupazione per la volta scorsa e quindi vorremmo partire proprio da qui.
E’ naturale avere dei dubbi e preoccupazioni riguardo la sessualità, può capitare ma se prendono il sopravvento rispetto ai dati di realtà bisogna fare uno sforzo razionale per riportare le cose a come sono accadute realmente. Hai utilizzato il preservativo, che già da solo basterebbe a proteggere un rapporto ma in più avete usato la precauzione di concludere il rapporto fuori con eiaculazione esterna ed infine avete controllato il preservativo che risultava integro. Quindi non ci sono i presupposti per preoccuparsi o temere che vi possa essere il rischio di gravidanza. Puoi stare tranquilla. 
Detto ciò non è escluso che possa esserci un ritardo di qualche giorno, come sai il ciclo ha un andamento che è influenzato da tanti fattori, soprattutto se sei in ansia ciò potrebbe verificarsi, ma un’eventuale ritardo nel tuo caso non è collegato ad una gravidanza.
Quindi piuttosto che concentrarti su un ipotetico ritardo ti consigliamo di continuare a lavorare su di te, come stai già facendo, cercando di capire come mai tanta ansia e paura anche senza reali motivi. Proprio perché ne sei consapevole e sai di “bloccarti” è importante prevenire queste situazioni con la giusta contraccezione; ti consigliamo inoltre di imparare a fidarti maggiormente di te stessa e del tuo ragazzo.

Un caro saluto!
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it