VIDEO| Ozpetek, Trinca, Accorsi e Leo alle prese con La Dea Fortuna

VIDEO| Ozpetek, Trinca, Accorsi e Leo alle prese con La Dea Fortuna

Il film di Ferzan Ozpetek arriva oggi al cinema
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA -- A due anni da Napoli Velata Ferzan Ozpetek torna in sala oggi con La Dea Fortuna, film presentato il 17 dicembre al Cinema Quattro Fontane a Roma.

Il regista di origine turche, porta sul grande schermo una storia potente, nata da un’esperienza personale, in cui dramma e commedia si incontrano nel racconto di una coppia che, grazie alla fortuna (intesa come caso e non come buona sorte), riscopre l’amore. Il ‘caso’ per Alessandro (Stefano Accorsi) e Arturo (Edoardo Leo), sono i bambini della loro amica Annamaria (Jasmine Trinca) costretta a lasciare i suoi figli dopo aver scoperto di essere malata: “Mi è piaciuta molto l’idea del dolore che si trasforma in amore. Questo ci fa capire la grande potenza trasformatrice del sentimento“, ha raccontato la Trinca in conferenza. 

Il film è nato a seguito di una telefonata con mia cognata, ha raccontato il regista de Le Fate ignoranti.Nel periodo della malattia di mio fratello-- ha continuato- mia cognata al telefono mi disse che se avesse avuto anche lei qualcosa, io e Simone (il marito del regista ndr) ci saremmo dovuti occupare dei nostri nipoti. Da quel momento mi è salita l’ansia: occuparsi dei bambini e’ una grandissima responsabilità“.

La Dea Fortuna segue le vicende di Arturo e Alessandro. Stanno insieme da quindici anni e nonostante la passione e l’amore si siano trasformati in un affetto importante, la loro relazione è in crisi da tempo. Nella loro quotidianità irrompono due bambini, che gli sono stati lasciati in custodia per qualche giorno da Annamaria (Jasmine Trinca), la migliore amica di Alessandro. L’arrivo dei ragazzini dà ai due un’occasione per tornare a riassaporare la magia dell’amore.

Solitamente al cinema si racconta la nascita di una storia tra due persone dello stesso sesso, io invece -- ha raccontato Ozpetek -- racconto la passione che si spegne dopo tanti anni di relazione. Io racconto un sentimento universale che riguarda tutte le coppie: quella formata da un uomo e una donna, da due donne e da due uomini“.

Presenti in conferenza stampa anche Stefano Accorsi ed Edoardo Leo. “Sono rimasto divertito e coinvolto quando ho finito di leggere la sceneggiatura“, ha raccontato Accorsi.Ferzan -- ha continuato -- ha un modo di raccontare unico e personale e, al tempo stesso, universale“. Per Leo, invece, “il personaggio di Alessandro è stato un regalo. Speravo da una vita di ricevere la telefonata da Ozpetek“.

Nel cast del film, al cinema con Warner Bros. Pictures, anche Serra Yilmaz, Barbara Alberti, Sara Ciocca, Edoardo Brandi, Cristina Bugatty, Pia Lanciotti e Filippo Nigro.

La Dea Fortuna di Ferzan Ozpetek con Jasmine Trinca, Edoardo Leo e Stefano Accorsi

La Dea Fortuna, una meravigliosa visione sull’amore

La trasformazione del dolore in amore, l’imprevedibilità del futuro ma anche l’universalità dei problemi di coppia e il concetto di famiglia che va oltre il legame di sangue. Questi sono gli elementi al centro del nuovo e meraviglioso film di Ferzan Ozpetek, che riesce sempre ad essere unico, passionale, sincero, intimo e, al tempo stesso prorompente, in tutto quello che racconta. Tutto ne La Dea Fortuna è ben orchestrato: dalla sceneggiatura alla regia fino ad arrivare alle caratteristiche esplosive che Ozpetek riesce, in ogni sua pellicola, a tirar fuori da ogni personaggio rendendo la storia ancora più irresistibile e ancora più variopinta. Tra commozione e risate, si riflette insieme ai protagonisti: sull’amore, sul tempo che scorre e sulla vita in generale. E quello che non riesce a dire con le parole, il regista lo esprime attraverso i silenzi e le emozionanti note di Luna Diamante della coppia Mina-Fossati e di Che vita meravigliosa di Diodato

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it