Legato ad un sasso e gettato nel fiume. Cane salvo per miracolo

Legato ad un sasso e gettato nel fiume. Cane salvo per miracolo

Bella è stata ricoverata in una clinica veterinaria e adesso si è ripresa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Una storia di crudeltà inaudita, ma anche di tanto coraggio. Quello di Bella, un cane vivo per miracolo dopo essere stato gettato in un fiume con una roccia legata al guinzaglio.
Chi potrebbe mai fare una cosa simile?
La polizia ha già tratto in arresto due persone, che dovranno rispondere di un atto atroce e disumano.

Era un lunedì pomeriggio come un altro per Jane Harper, la donna coraggiosa che ha salvato la vita a Bella. Passeggiava con una sua amica lungo il fiume Trent, a Farndon, nella contea di Nottinghamshire, in Inghilterra, quando si è accorta che la testa di un cane sporgeva dall’acqua.

Jane non ci ha pensato due volte e si è tuffata nel fiume cercando di sollevare il cane. Poi la scoperta: al guinzaglio del pastore belga era attaccata una borsa contenete una grossa pietra.
“Immagino che abbia letteralmente combattuto per sollevare la testa dall’acqua e che alla fine sia riuscita a posarla su una sporgenza”, ha raccontato Jane.

Stiamo lavorando con l’RSPCA e stiamo conducendo indagini sui microchip”, ha confermato la polizia di Newark.

Bella adesso è ricoverata in una clinica veterinaria, dove sembra essersi ripresa.
Per lei ci si augura un futuro migliore, per chi ha compiuto questo gesto deplorevole la giusta condanna.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it