Come metodo contraccettivo usiamo il preservativo...

Come metodo contraccettivo usiamo il preservativo…

Buongiorno a tutti, scrivo perché sono molto preoccupata. Col mio compagno come metodo contraccettivo usiamo il preservativo e dato che lui non si fida dell’eventualità che possa rompersi, come precauzione aggiuntiva, esce poco prima di eiaculare. L’ultima volta però è successo che una volta finito, siamo rimasti abbracciati per un po’ (I genitali non erano in contatto) e quando ci siamo alzati, il preservativo si era sfilato rimanendo sulla mia gamba destra col risultato che parte del contenuto è colato verso l’inguine e i genitali esterni. Io ero nei giorni fertili e all’incirca un’ora dopo per precauzione ulteriore ho assunto una compressa di Norlevo. Vorrei sapere se c’è il rischio che possa esserci stata fecondazione. Grazie infinite

Sara, 38 anni


Cara Sara,
vorremmo subito tranquillizzarti rispetto alle tue preoccupazioni, di fatto hai assunto il contraccettivo di emergenza nei tempi e nei modi giusti e le possibilità che questo non abbia avuto effetto sono veramente nulle. Tieni presente che quanto prima si assume la pdgd tanto maggiore sarà la sua efficacia, ciò significa che vi sarà un’ efficacia elevata se assunta entro le 24 ore dal rapporto, diminuendo poi di efficacia fino ad annullarsi oltre le 72 ore di intervallo. Infatti è stato stimato che previene l’85% delle gravidanze indesiderate. Inoltre il solo contatto esterno tra liquido seminale e organi esterni, seppur nei giorni fertili, difficilmente comporta un rischio gravidanza, ma capiamo bene che in alcuni momenti è difficile stabilire con precisione i possibili rischi. Attendi con serenità l’arrivo del ciclo, tenendo presente che a volte può subentrare come effetto collaterale un anticipo o un ritardo rispetto al giorno atteso.
Sperando di averti tranquillizzato ti invitiamo a scriverci per qualsiasi dubbio o perplessità.
Un acro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it