Discover EU, il progetto per viaggiare in Europa

Discover EU, il progetto per viaggiare in Europa

Giunto alla quarta edizione coinvolgerà 20mila ragazzi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un pass per girare l’Europa da aprile ad ottobre di quest’anno: grazie a Discover EU, iniziativa giunta alla quarta edizione, 20mila giovani potranno viaggiare per un massimo di trenta giorni, per conoscere la realtà europea, scoprendo i Paesi che compongono l’Unione, attraverso esperienze di apprendimento. Chi invierà ai link di Discover EU la propria candidatura, potrà essere scelto nelle due tornate annuali.

Basta avere 18 anni ed essere cittadini dell’Unione Europea. I requisiti per essere ammessi alle selezioni sono di essere nati tra il 1 gennaio e il 31 dicembre 2001, avere la cittadinanza di uno degli Stati membri ed inserire nel form di richiesta, il numero del documento di identità, oltre a partecipare ad un quiz, singolarmente o in gruppo. Si può intraprendere il viaggio anche con un massimo di quattro amici, a condizione che anch’essi siano in condizione di ammissibilità.

“C’è tutto un mondo là fuori. Prendi il tuo zaino, il tuo migliore amico, e mettiti in viaggio”, è il motto di Discover EU. Nella scorsa edizione, sono stati più di 75mila i giovani che hanno inviato la loro candidatura e sono stati poi selezionati anche in base a specifiche quote per ogni singolo Paese europeo.

“A partire dal mese di aprile, per 20mila giovani una memorabile esperienza di viaggio, che li porterà a scoprire l’UE, diventerà realtà- spiegano i promotori– Poterla condividere con gli amici e con persone provenienti da altri paesi la renderà piacevole e indimenticabile. Faranno inoltre parte di una rete informale e inclusiva più ampia nella quale esploreranno che cosa significa scoprire il nostro continente, la sua ricchezza, la sua diversità e solidarietà”.

Mariya Gabriel, commissaria responsabile per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani, sottolinea così le peculiarità dell’iniziativa:

“Viaggiare in Europa e incontrare giovani di altri paesi promuove la comprensione interculturale, migliora le competenze linguistiche e rafforza la fiducia in se stessi. Accanto alle attività di solidarietà e di volontariato, finanziate nell’ambito del corpo europeo di solidarietà, Discover EU costituisce un’occasione imperdibile di apprendimento informale”.

I viaggi si svolgono prevalentemente con il treno, ma è possibile usufruire anche di bus, traghetti o aerei. Oltre al pass sarà fornita assistenza, supporto per un corretto orientamento anche sui viaggi sostenibili. Chi prenderà parte al programma è invitato a condividere le proprie esperienze di viaggio attraverso i social, diventando dei veri e propri ambasciatori, contattando gli altri partecipanti per creare una vera e propria rete di informazione.  Durante l’estate saranno organizzati dei meetup, in varie località europee su diversi argomenti. Numerose le attività a cui ci si può dedicare, dal volontariato allo studio di itinerari verdi d’Europa.

Per il progetto, il Parlamento Europeo ha stanziato 25 milioni di euro per il 2020. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito https://europa.eu/youth/discovereu_it.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it