VIDEO | La Zero e Livio Cori insieme per "Abracadabra"

VIDEO | La Zero e Livio Cori insieme per “Abracadabra”

Il brano è su tutte le piattaforme
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA -- È fuori da oggi “Abracadabra”, il nuovo singolo di La Zero in collaborazione con Livio Cori.

La Zero - Abracadabra (Official Video) ft. Livio Cori

Dopo il brano “Nina è brava”, presentato a Sanremo Giovani, la cantautrice torna con un singolo che parte da Napoli, dalla sua terra, dal suo dialetto.

“Abracadabra” è un brano autobiografico, nel quale i ruoli si capovolgono. Vittima e carnefice si fondono infatti insieme per svelare una verità, dal sottile confine tra bene e male, mai oggettiva, ma frutto di punti di vista. È la figura femminile a scegliere cosa è giusto, senza farsi condizionare della morale o dalle convenzioni comuni. Una donna libera che con un “Abracadabra” combatte i propri mostri uscendone vincente e riscattando sé stessa.

Il singolo è impreziosito dalle rime di Livio Cori, che nel brano consiglia alla protagonista femminile di disinteressarsi a quello che pensano gli altri di lei e di continuare ad andare dritta per la sua strada, senza paure, dato che è la sua forza sta anche nell’essere stata cresciuta “dalle fiamme del Vesuvio”.

Livio rappresenta tutti gli uomini che sostengono la libertà delle donne.

“Abracadabra è una storia. Una ragazza che da bambina immaginava di essere come sua madre si rende conto di essersi allontanata dalle sue origini e dalla sua famiglia – racconta La Zero – per omologarsi e scendere a compromessi. Ma è anche la storia di una donna consapevole di ciò che vuole e non vittima del sistema. ‘Acalacap e vattenn’ e ‘Abracadabra e scumpar’ è il suo modo di allontanare da sé tutto ciò che la limita, che la rende fragile, che la blocca, che la ferisce”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it