Altaroma al via. Nella capitale va in scena il rinascimento della moda

Altaroma al via. Nella capitale va in scena il rinascimento della moda

Un talk dedicato all'economia circolare ha inaugurato la Roma Fashion Week. I giovani designer sono i protagonisti di una nuova rivoluzione 
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Roma – A poche ore dall’inizio della Roma Fashion Week, il bilancio sullo stato di salute del “settore” nella capitale è decisamente positivo. Altaroma 2020 ha aperto questa nuova edizione riunendo allo stesso tavolo giovani designer e istituzioni: un incontro decisivo che ha consacrato i primi innovatori per eccellenza della moda e i secondi spettatori attivi di un fenomeno incredibilmente in crescita. Il talk sull’economia circolare alla conquista della moda ha eletto le startup protagoniste di una rivoluzione all’insegna del green e delle nuove tecnologie. «I giovani possono insegnarci a muovere primi passi nella moda sostenibile» ha detto il Presidente di Altaroma Silvia Venturini Fendi e Paolo Orneli, l’assessore allo Sviluppo Economico della Regione Lazio, ha presentato la collaborazione tra la manifestazione e LazioInnova. Un progetto nato per accompagnare i nuovi designer durante il loro percorso, aiutandoli a trasformare il loro talento in talento d’impresa.

Insomma se «Parlare di moda a Roma è sempre difficile vista la sua storia gloriosa – ha detto Lorenzo Tagliavanti, Presidente Camera Commercio Roma – con umiltà, determinazione e visione è possibile trovare la propria strada e poter perpetuare una grande tradizione». Grazie al lavoro di Altaroma, la capitale continua ad essere attrattiva per tutte le attività legate al mondo del tessile e dell’abbigliamento. Aprono imprese ed il settore è in crescita. «Roma deve credere in se stessa, è il palcoscenico dei giovani creativi, le Istituzioni però – tutte – devono essere più presenti» ha incalzato il sottosegretario al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Ivan Scalfarotto. Uno scenario incoraggiante per tutti quei designer che hanno riempito la platea: numeri e dichiarazioni hanno testimoniato quanto la mission di scouting di Altaroma vada nella giusta direzione. Il futuro è infatti dove ci sono nuovi nomi capaci di sperimentare e innovare in nome dello sviluppo sostenibile.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it