Tg Scuola - edizione del 24 gennaio 2020

Tg Scuola – edizione del 24 gennaio 2020

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Intesa Miur-Dpo-Anci per contrasto dispersione e diritto allo studio
Garantire il diritto allo studio e le pari opportunità, così come previsto dalla Costituzione, a tutti gli studenti. In qualunque parte d’Italia si trovino. Anche con interventi rapidi e mirati in caso di emergenze. Unire le forze e coordinare risorse economiche e progettualità già in campo per contrastare la dispersione scolastica. Sono gli obiettivi del Protocollo di intesa siglato al ministero dell’Istruzione dalla ministra Lucia Azzolina, la ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, e il presidente Anci, Antonio Decaro.

‘Sei bellissima’, il messaggio degli studenti a tutte le ragazze
L’idea è venuta dai rappresentanti d’istituto. Sono loro che hanno voluto fare un omaggio a tutte le ragazze dell’istituto ‘Salvemini’ di Casalecchio di Reno (Bologna) che da oggi, quando andranno in bagno e si specchieranno, troveranno la scritta ‘Sei bellissima’ insieme alla propria immagine riflessa. Gli studenti hanno montato lo specchio con tanto di messaggio, documentando tutto con un video, che si appresta a diventare l’ennesimo successo social, dopo quello sull’inclusione intitolato ‘E tu, che faccia hai?’. In quest’ultimo gli studenti di origine straniera parlavano alla telecamera del loro essere bolognesi e il messaggio di integrazione ha fatto il giro del web diventando virale.

A Sulmona studenti connessi contro il bullismo
Le parole possono essere un ponte o possono essere un’arma, per questo è indispensabile sviluppare un linguaggio consapevole e rispettoso dell’altro, a partire dalla scuola. È nato con questo obiettivo il progetto ‘Generazione connessa contro il bullismo e il cyberbullismo’, promosso da diregiovani.it nel polo liceale ‘Ovidio’ di Sulmona. Un percorso che si è concluso con l’incontro nel Teatro comunale ‘Maria Caniglia’ di Sulmona, con la testimonianza di Paolo Picchio, padre di Carolina, morta suicida nel 2013 proprio a causa di un grave episodio di cyberbullismo. Progetti come quello che ha coinvolto il liceo Ovidio, puntano a sviluppare un uso consapevole delle nuove tecnologie non solo fra i più giovani, ma anche fra gli adulti, che devono essere in grado di capirne i meccanismi per intervenire in modo efficace quando si presentano delle problematiche.

A Roma sale sul palco la lotta al bullismo
Uno spettacolo multimediale in lingua spagnola per affrontare il tema del bullismo e del cyberbullismo attraverso un mix di tecnologie digitali, musica, app interattive, divertenti sondaggi in tempo reale e flashmob. Ha fatto tappa a Roma, al cinema Teatro Don Bosco, ‘Il ragazzo dai pantaloni rosa’, prodotto da Bewow Group e attualmente in tour in tutta Italia. Lo show ha già coinvolto migliaia di giovani spettatori grazie all’utilizzo di tecnologie digitali e della realtà aumentata.


 

Dalle scuole:

Istituto comprensivo ‘R. Rossellini’ di Maiori e Minori (Salerno)
Al via il primo collegio docenti via web, l’esperimento ha avuto un grande successo.

Istituto comprensivo ‘Stanziale’ di San Giorgio a Cremano
Una settimana dedicata alla memoria ricordando Mario Recanati e la famiglia Cappiello vittime della Shoah.

Scuola media ‘De Toni’ di Genova
Per il giorno della memoria una cerimonia in ricordo di Piera Sonnino.

Scuola media ‘Salvemini’ di Biella
Tante le iniziative per coltivare la memoria e sviluppare senso civico negli studenti.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it