Abbiamo avuto un rapporto non protetto e ho assunto la pdgd…

Salve esperti ormai siete il mio punto di riferimento poiché non so a chi chiedere!
 
Sabato 25 io e il mio ragazzo abbiamo avuto un rapporto non protetto e lui non essendo sicuro se ha eiaculato del tutto all’esterno ho deciso di assumere la pillola del giorno dopo. Sono andata in farmacia e mi è stato detto di prenderla sin da subito (rapporto avvenuto circa 3 ore prima, la pillola l’ho assunta dopo 30/40min giusto il tempo di reperite una bottiglietta d’acqua), ho chiesto delle spiegazioni perché mai presa in vita mia, le ho spiegato che l’ultimo giorno delle mestruazioni è stato tra il 21/22 (qualche macchia) e non mi è stato detto nulla al riguardo, anzi la farmacista mi ha detto che come se questa cosa non c’entrasse nulla che sono tutte probabilità poiché possono esserci anche due ovulazioni in un mese (io ovviamente tenendo tutto sotto controllo riesco a capire o meno) inoltre mi sono stati spiegato presunti effetti collaterali che non ho avuto e diciamo che questo mi “preoccupa” un pochino, però parlando con alcune amiche anche loro non hanno avvertito nulla. 
 
Un’altra cosa che mi preoccupa è che ieri ho notato una perdita biancastra (oggi nulla) con un lieve bruciore durante la minzione, su internet ho letto che potrebbe trattarsi di infezione, inizio di gravidanza ecc.. 
 
Da quanto so la pillola del giorno dopo dovrebbe tardare o addirittura bloccate l’ovulazione, che dovrebbe arrivare il 3 febbraio.
 
Ora avverto del dolore allo stomaco/pancia e ho paura di essere rimasta incinta.. (potrebbe essere soltanto paura, pensiero ecc) e non so cosa fare, le prossime mestruazioni dovrebbero arrivare il 18 febbraio. Secondo voi potrei essere rimasta incinta? 
 
P.S potrei sembrare pazza ma scrivere a voi mi tranquillizza e mi fa ragionare.
 
Anonima

Cara Anonima,
come spesso ricordiamo il coito interrotto non è un metodo sicuro, ha sempre un margine di rischio poiché non è possibile controllare del tutto il proprio corpo. 
Detto ciò la pdgd ha una maggiore attendibilità quanto prima viene assunta, preferibilmente nell’arco di 24 ore dal rapporto a rischio. Come hai scritto tu stessa la pdgd agisce spostando l’ovulazione proprio per impedire la fecondazione e prevenire una gravidanza. Proprio per questo è comune che vi possa essere un ritardo nel ciclo. Tra gli altri effetti collaterali potrebbero verificarsi anche spotting, nausea o dolori addominali.
Hai assunto la pdgd nei tempi corretti e probabilmente durante il rapporto non eri nemmeno nel tuo periodo fertile, anche se come ha correttamente detto la farmacista è difficile da definire con esattezza. Le perdite biancastre potrebbero essere l’avvio dell’ovulazione e i sintomi allo stomaco essere compatibili con l’assunzione quindi ti consigliamo di provare a rasserenarti ed attendere l’arrivo del ciclo che ricordiamo potrebbe arrivare in ritardo. 
Per il futuro ti consigliamo di pianificare un metodo contraccettivo sicuro per vivere serenamente la sessualità ed evitare rischi, puoi chiedere consiglio al tuo ginecologo.
Un caro saluto!
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it