Come una piaga biblica: l'invasione di locuste mette in ginocchio l'Africa

Come una piaga biblica: l’invasione di locuste mette in ginocchio l’Africa

Si rischia una crisi umanitaria
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Sembra una piaga biblica quello che sta accadendo in Africa orientale, invasa da milioni di locuste.
Gli enormi sciami hanno già devastato le colture in Etiopia, Somalia, Kenya, Gibuti ed Eritrea, e adesso hanno raggiunto Uganda e Tanzania.
Era dal 1989 che l’Africa non fronteggiava un’invasione di queste dimensioni.
Di questo passo si rischia una crisi umanitaria.

L’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO) ha recentemente lanciato un appello per raccogliere 76 milioni di dollari al fine di controllare la diffusione delle locuste.

Per gli esperti, la motivazione di questa invasione massiccia è dovuta ai cambiamenti climatici.
Le locuste hanno sfruttato le piogge insolitamente intense che hanno interessato l’Africa nei mesi scorsi. L’umidità generata ha creato le condizioni ideali per la riproduzione.

Le locuste del deserto (Schistocerca gregaria) sono un tipo di cavallette di dimensioni importanti e terribilmente voraci.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it