Coronavirus. Milano, preside a studenti: “Lavoriamo a distanza, nostro dovere raccontare”

'Siamo contagiosi' è il tema di lavoro proposto al liceo 'Carducci'

MILANO – “State vivendo una situazione diversa, sospesa, spaesata, strana. Immagino starete facendo, e molto di più, quello che solitamente vi piace fare quando si è lontani dai banchi. Bene, spero siate anche vittime degli effetti della lettura, perché il libro, più di qualsiasi altra cosa, è un luogo della mente che esercita la sua maggiore efficacia pacificatrice proprio in momenti come questo”. Inizia così la lettera che il dirigente scolastico del liceo ‘Carducci’ Andrea di Mario ha scritto alla comunità scolastica in questi giorni di chiusura delle scuole, come disposto dalla circolare ministeriale per il contenimento del coronavirus.

“Non vi scrivo per buoni consigli ma per farvi una proposta, per provare a tenere accesa la luce nel nostro liceo, tenerci in contatto, docenti con studenti, e magari anche i genitori- prosegue il dirigente- lanciare un nostro piccolo network collettivo a tempo, legato al tema di queste giornate. Siamo contagiosi! È un tema di studio, che può trovare collegamenti con ogni materia. Anzi, si chiamerebbe ‘compito di realtà’ (che potrebbe diventare un compito per la maturità), cioè una cosa del mondo che si può applicare ai nostri studi e viceversa, di cui si può parlare da diversi punti di vista. Serve a questo studiare”.

Un tema di lavoro, dunque, e una piattaforma per raccogliere tutti i contributi – “un articolo vostro, un racconto, un disegno, una fotografia, un video, che possano illuminare o far sorridere” – che gli studenti produrranno a partire da una corolla di contenuti che il dirigente chiede ai suoi docenti di preparare per agevolare il compito degli studenti e delle studentesse. “Lavorare assieme a distanza, per esserci- questo il senso della proposta, conclude Di Mario- durante un’esperienza che ricorderemo. Perché il fine di ogni evento e il dovere che ne consegue è quello di poterlo raccontare, per spiegarlo, dando ordine di importanza alle cose”.

2020-03-13T18:12:43+01:00