Abbiamo avuto due rapporti protetti ma il ciclo tarda, che devo fare?.

Abbiamo avuto due rapporti protetti ma il ciclo tarda, che devo fare?…

La mia ragazza usa un applicazione da circa 3 4 anni che spesso le indica i giorni del ciclo e la settimana fertile e via dicendo e ci prende quasi sempre, il 17 febbraio, secondo la sua applicazione era il giorno dell’ovulazione e abbiamo però avuto due rapporti protetti con due preservativi ovviamente diversi, la prima volta mentre ero dentro di lei ho sentito una sensazione di piacere diversa dallo eiaculare, questa sensazione era già successa altre volte ma non sempre (soffro di fimosi e a breve avrò una piccola operazione) pensando non fosse nulla o al massimo il pene che usciva dalla pelle ho continuato senza avere un periodo refrattario o un’ammosciamento insomma ero comunque in erezione e con molta voglia, dopo un lasso di tempo tra i 10 e i 15 minuti appena sento di essere quasi arrivato lo levo prima e vengo fuori emettendo abbastanza sperma. Vado in bagno mi pulisco con della carta tutto il pene, faccio pipi, mi lavo le mani e ricomincio (cambiando preservativo) stavolta non sento quella sensazione, dopo un po sento di arrivare esco e vengo fuori, rivado al bagno con i due profilattici li riempio d’acqua e sono intatti non esce nulla. il problema è che due giorni fa secondo l’applicazione della mia ragazza gli doveva venire il ciclo e invece ancora nulla. Premesse: soffro di fimosi, a breve avrò un’operazione e non emettevo sperma da più di 12 ore.  la mia ragazza mi ha detto che sente dolore ai reni, alla pancia e vari sintomi da ciclo tra l’altro due volte è andata al bagno pensando dovesse venire e invece non è venuto e sopratutto prima del giorno fertile e dei nostri due rapporti lei era molto sotto stress e non dormiva perchè avrebbe dovuto mentire ai suoi genitori per venire da me, ha anche aggiunto che essendo tante donne nella sua famiglia spesso gli viene il ciclo coordinato e a sua sorella gli è venuto ieri (anche lei in ritardo) e la mia tipa mi ha detto che di solito gli viene due giorni dopo della sorella. tra l’altro trovandoci a febbraio che quest’anno ha avuto 29 giorni magari ha mandato in confusione l’app. Insomma ho un po di paranoie e ho paura che quella sensazione avuta nel primo rapporto sia magari una eiaculazione e avendo  continuato per un lasso di tempo che non ricordo ma sicuramente superiore ai 7 8 minuti fino all’orgasmo magari sia entrato qualcosa. Non so se arriverà il ciclo che devo fare???

Anonimo


Caro Anonimo,
comprendiamo la tua preoccupazione e i tuoi dubbi che sono naturali quando si sperimenta la sessualità.
Anzitutto ci sentiamo di tranquillizzarti poichè da quanto scrivi i due rapporti sono stati protetti, con eiaculazione esterna, avete anche controllato i preservativi e non vi erano fori. 
Quella sensazione che descrivi potrebbe essere dovuta alla fimosi e se hai continuato fino all’eiaculazione avendo il preservativo non dovrebbero esserci rischi.
Nel caso di rapporti ravvicinati potrebbe esserci un rischio perchè potrebbero esserci dei residui di sperma rimasti in vita nelle ghiandole che si trovano vicino alla base del pene e quindi possono fuoriuscire anche nelle prime fasi dei rapporti successivi. È quindi consigliabile non solo orinare e mantenere buone pratiche di igiene per potere eliminare le tracce preesistenti ma sarebbe consigliabile far uso di un metodo contraccettivo sicuro e fin dall’inizio del rapporto. Ne tuo caso da ciò che ci scrivi hai agito correttamente usando nuovamente il preservativo e quindi non dovrebbero esserci rischi.
Devi sapere che il ciclo per una donna non è sempre uguale e vi sono dei fattori quali oscillazioni ormonali, cambi stagionali, ansia e stress che possono influenzarlo causando anticipi o ritardi ed anche cambiamenti nel flusso rendendolo più o meno abbondante. Perciò un ritardo di due giorni potrebbe avere diverse cause che non hanno a che fare con una presunta gravidanza. Tieni conto che inoltre, non è così facile individuare il periodo ovulatorio che solitamente cade in in ciclo regolare tra l’11° ed il 18° giorni di ciclo. Anche l’ovulazione potrebbe anticipare o tardare.
Per questo non bisognerebbe fare totale affidamento alle app. 
Provate a tranquillizzarvi ed attendere l’arrivo del ciclo tanto più che la tua ragazza avverte i sintomi preparatori.
Per il futuro consigliamo di utilizzare buone pratiche di igiene e di utilizzare sempre un metodo contraccettivo dall’inizio alla fine del rapporto per evitare rischi.
Un caro saluto!



Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it