Weekend al cinema con le proposte di Diregiovani. Buona visione!

Al cinema vi aspettano uno straordinario Elio Germano, una storia 'da paura' e il mondo della diciassettenne Anita

ROMA – Torna l’appuntamento con la rubrica Weekend al cinema con Diregiovani.

Ecco i film in programmazione al cinema: Volevo nascondermi, The Grudge, L’Agnello e, se te lo sei perso, Bad Boys For Life.

VOLEVO NASCONDERMI

Volevo nascondermi racconta la storia di Toni Ligabue:  un uomo emarginato, un bambino solo, un matto da manicomio, che voleva essere amato. Figlio di una emigrante italiana, respinto in Italia dalla Svizzera dove ha trascorso un’infanzia e un’adolescenza difficili, Toni ha vissuto per anni in una capanna sul fiume senza mai cedere alla solitudine, al freddo e alla fame. L’incontro con lo scultore Renato Marino Mazzacurati è stata l’occasione per avvicinarsi alla pittura: è stato l’inizio di un riscatto in cui sente che l’arte è l’unico tramite per costruire la sua identità, la vera possibilità di farsi riconoscere e amare dal mondo. “El Tudesc”, come lo chiamava la gente è un uomo solo, rachitico, brutto, sovente deriso e umiliato. Ben presto è diventato il pittore immaginifico che dipinge il suo mondo fantastico di tigri, gorilla e giaguari stando sulle sponde del Po. Quella di Ligabue è una “favola” in cui emerge la ricchezza della diversità e le sue opere si rivelano nel tempo un dono per l’intera collettività. 

THE GRUDGE

Il motore del reboot di Ju-On: The Grudge di Takashi Shimizu torna ad essere il ‘Ju-on’, ovvero la maledizione del rancore, che perseguita tutti coloro che entrano nella casa in cui è nata. A portarla negli Stati Uniti da Tokyo è Fiona Landers causando una serie di omicidi misteriosi, su cui indaga la detective Muldoon, interpretata da una convincente Andrea Riseborough, tra i protagonisti di ZeroZeroZero.

L’AGNELLO

Anita ha diciassette anni e vive in Sardegna, insieme a suo padre Jacopo, che è malato di leucemia e avrebbe bisogno con urgenza di un trapianto. I tempi d’attesa per la ricerca di un donatore sono troppo lunghi rispetto al progredire della malattia, e anche se i parenti hanno più probabilità di essere compatibili, non lo sono né Anita né suo nonno Tonino – un vecchio pastore che abita sull’altopiano, accanto a un’area militare. Jacopo ha un solo fratello, Gaetano, che vive dall’altra parte dell’Isola; i due non si parlano da anni a causa di un feroce litigio che non sembrano intenzionati a dimenticare. Con l’aiuto del nonno, ad Anita non resta che presentarsi a casa dello zio, determinata a ricucire gli strappi del passato, pur di convincerlo a fare le analisi che potrebbero salvare la vita di suo padre.

BAD BOYS FOR LIFE

Will Smith e Martin Lawrence tornano nel terzo capitolo della saga diretto da Adil El Arbi e Bilall Fallah. Il film (prodotto da Sony Pictures e distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia in 450 copie) i due attori reinterpretano, rispettivamente, Mike Lowrey e Marcus Burnett: di nuovo insieme per un’ultima volta, sfrecciando su una macchina di lusso per le strade di Miami, contro il crimine e una nuova generazione di agenti di Polizia.

2020-03-06T13:02:20+01:00