Potrebbero essere test falsi negativi oppure posso stare tranquilla?

Potrebbero essere test falsi negativi oppure posso stare tranquilla?…

Cari esperti,
vi chiedo anticipatamente scusa per il mio linguaggio un po’ troppo esplicito, ma voglio spiegarvi bene la mia situazione. Aggiungo anche che sono molto agitata e preoccupata anche perché non mi sono mai trovata in una situazione del genere. 
Un po’ di tempo fa vi avevo chiesto se con un rapporto anale (dato che sono vergine) sarei potuta rimanere incinta. Vi avevo spiegato che avevo avuto le mie prime due esperienze anali con un ragazzo. Dopo la prima esperienza, nel mese di Gennaio le mestruazioni mi erano venute due volte. Dopo la seconda esperienza (che è stata alla fine di Gennaio), a Febbraio non ho avuto mestruazioni e non ce le ho neanche adesso. Ovviamente so bene che il concepimento avviene col rapporto tradizionale ma potrebbe anche succedere che, dato che gli orifizi sono vicini, il liquido seminale dall’ano vada a contatto con la vagina. 
Siccome voi mi avete risposto di fare un test di gravidanza per essere sicura, la sera stessa della vostra risposta ho fatto il mio primo test (era l’undicesimo giorno di ritardo). Ho messo la pipi in un bicchierino ed ho aspettato 3 minuti. Il risultato è stato negativo.
Siccome ho sentito molto parlare di falsi negativi soprattutto se i test vengono fatti di sera, la mattina dopo ho fatto un secondo test uguale a quello che avevo fatto la sera prima e che, quindi, doveva stare a contatto con la pipi per 3 minuti.
Non ho fatto la pipi in un bicchierino ma l’ho fatta sopra al test che quindi probabilmente non è stato così tanto tempo a contatto con la pipi. Dopo 3 minuti, ancora non usciva il risultato. Ho controllato un’ora dopo e il test era composto da due strisce ma molto molto sottili e diverse dalla sola striscia che era uscita invece la sera prima. 
Preoccupata per l’ultimo risultato ottenuto, questa mattina, dopo aver fatto la prima pipi del giorno sono andata, senza aver fatto colazione, a comprare un terzo test di gravidanza. 
Appena tornata a casa, prima di pranzare, a pancia vuota, ho fatto la pipi in un bicchierino ed ho aspettato il tempo indicato nella confezione del test. Il risultato è stato negativo. Potrebbero trattarsi di test falsi negativi oppure posso stare tranquilla e non sono incinta? In quest’ultimo caso quali sarebbero le motivazioni per cui io non sto avendo il ciclo da più di 44 giorni?
Vi ringrazio per la vostra risposta e per la vostra disponibilità. 

Anonima


Cara Anonima,
come giustamente hai scritto con un rapporto anale l’instaurarsi di una gravidanza è difficile, ma non impossibile perché dall’ano potrebbe colare verso la vagina dello sperma. Dipende anche se durante i due rapporti fossi o meno nei tuoi gironi fertili. 
Detto ciò hai fatto bene ad eseguire il test se ciò ti ha tranquillizzata. Due test evidenziano esito negativo, il secondo non è molto chiaro, probabilmente non è stato eseguito correttamente. In ogni caso l’ultimo ribadisce l’esito negativo.
I falsi negativi sono molto rari, ciò accade quando il test si fa troppo in anticipo o se la confezione è stata mal conservata. 
Da ciò che scrivi a gennaio il ciclo ti è arrivato due volte quindi probabilmente il ritardo si potrebbe imputare a delle irregolarità più che ad una presunta gravidanza.
Devi sapere che il ciclo subisce le influenze di fattori come oscillazioni ormonali, cambi stagionali, modifiche nel ciclo del sonno o dell’alimentazione, ed anche periodi di ansia o stress. Non sappiamo se anche prima dei rapporti il tuo ciclo fosse irregolare ma può essere che uno o più tra questi fattori causino il ritardo.
Non potendo però darti con la sola consulenza online una risposta certa ti consigliamo di rivolgerti ad un ginecologo per meglio chiarire le cause del ritardo e valutare come procedere.
Per il futuro ti consigliamo di prepararti alla sessualità pensando e pianificando un metodo contraccettivo per viverla serenamente e senza rischi.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it