L'Italia canta contro il Covid 19: dalle finestre il flash mob della speranza

L’Italia canta contro il Covid 19: dalle finestre il flash mob della speranza

Appuntamento alle 18 di oggi dalle proprie case per suonare e cantare tutti insieme contro l'emergenza che sta fermando il Paese e l'Europa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Apriamo le finestre, usciamo in balcone e suoniamo insieme anche se lontani. Venerdì 13 alle 18 in punto tutti gli abitanti d’ Italia prenderanno il loro strumento e si metteranno a suonare dalla loro finestra…il nostro paese diventerà così per quei pochi minuti un gigantesco concerto gratutito!”

E’ questa l’idea lanciata da Fanfaroma, un flash mob sonoro chiamato ‘Ovunque tu sia, rallegriamo le città’ pronto a far cantare le città silenziose a causa dell’emergenza Coronavirus. L’idea della street band romana, nata nel 2013, con un rapido tam tam circolato su whatsapp, ha contagiato tutta Italia.

Tutti possono cantare e suonare scrivono gli organizzatori: “Chi non sa suonare uno strumento, metta un disco spalancando la finestra. Così, visto che non possiamo uscire a prendere aria, la facciamo entrare in casa”.

Parallelamente all’idea del flash mob sonoro sta circolando su internet anche quella del flash mob canoro: appuntamento alle 18 di oggi e per i prossimi due giorni dove verranno intonati sui balconi i brani ‘L’inno d’Italia’ (oggi), ‘Azzurro’ (sabato 14) e ‘Il cielo è sempre più blu’ (domenica 15)

 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it