Daria, 9 anni: “Diamoci una mano senza darci la mano”

I disegni #iorestoacasa della scuola 'Salgari' di Genova

GENOVA – Solidarietà, rispetto, sacrificio, responsabilità, organizzazione, pensieri, collaborazione. Sono le parole che riempiono l’arcobaleno di Giovanni, 9 anni, di Genova. Come lui i suoi compagni e le sue compagne del quarto anno della scuola primaria ‘Salgari’ hanno disegnato arcobaleni, pollicioni all’insu’, gruppi di amici che mantengono la distanza di sicurezza, nuvole e cuori che trasportano il messaggio: ‘Andrà tutto bene #iorestoacasa’.

“Come istituto comprensivo abbiamo deciso di partecipare a questa iniziativa dei disegni con l’arcobaleno- racconta la maestra Arianna Tegami a diregiovani.it– quando abbiamo letto che anche in altre città e in altri istituti stavano facendo la stessa cosa. Per dare speranza, con un messaggio uguale, e sentirsi più uniti”.

I disegni poi sono stati inviati a ‘La scuola fa notizia‘, il giornale online di diregiovani.it realizzato dalle istituzioni scolastiche. E come chiesto dal ministero anche alla ‘Salgari’ la didattica a distanza è partita, spiega la maestra, con videolezioni e materiali caricati sulla piattaforma e-learning di istituto. Perché, come ha espresso chiaramente Daria col suo disegno, “dobbiamo darci una mano senza darci la mano e stare vicini stando lontani”.

FullSizeRender-17-03-20-11-18-1

FullSizeRender-17-03-20-11-18-2

FullSizeRender-17-03-20-11-18-3

FullSizeRender-17-03-20-11-18

IMG_4764-17-03-20-11-18

IMG_4808-17-03-20-11-18

IMG_4834-17-03-20-11-18

IMG_4886-17-03-20-11-18

IMG_4955-17-03-20-11-18

IMG_4974-17-03-20-11-18

IMG_5085-17-03-20-11-18


Precedente
Successivo

2020-03-18T16:57:17+01:00