#KanyeWestIsOverParty, Taylor Swift si prende la sua rivincita sul rapper

#KanyeWestIsOverParty, Taylor Swift si prende la sua rivincita sul rapper

Un video arrivato sul web la scorsa notte rivela tutta la verità
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La faida tra Taylor Swift e Kanye West va ormai avanti da numerosi anni. Oggi, però, sembra arrivata una svolta ed è la cantante di “The man” a vincere la partita. 

La scorsa notte è arrivato sul web il video completo della telefonata che Kanye fece alla collega nel 2016 per informarla del testo di “Famous”, il brano che sarebbe uscito da lì a poco. Nella clip West non cita le frasi controverse della canzone che avrebbero fatto grande scalpore e che, a detta sua, avrebbe fatto ascoltare all’artista prima della pubblicazione.

Ma facciamo un passo indietro prima di vedere il video…

Il recap della faida

Nella versione nota fino a ieri, il rapper le dice di averla citata nel testo e le sottopone le lyrics: “For all my Southside niggas that know me best, I feel like me and Taylor might still have sex”. Le chiede un parere e il “permesso” per poter pubblicare la canzone. Taylor, seppur preoccupata, gli risponde che è tutto ok. La cantante, però, non viene informata della linea successiva: “Why? I made that bitch famous (God damn). I made that bitch famous”.

Taylor sottolinea lo sgarbo, dice che il rapper non le ha mai fatto sentire la canzone e Kim Kardashian, moglie di Kanye, pubblica il famoso video della conversazione tra i due. Subito diventa trending topic #TaylorSwiftIsOverParty, il mondo le va contro in pratica additandola come una bugiarda e una serpe.

Per anni, la Swift ha sostenuto la sua versione e ha anche risposto in musica con il singolo “Look what you made me do”.

Nessuno le ha mai creduto. Il video, ormai di dominio pubblico, le dà ragione pienamente e fa esultare i fan che hanno subito reso trending topic #KanyeWerstIsOverParty e #TaylorToldTheTruth. La verità è venuta a galla!

Ecco il video.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it