Sono una mamma ormai a casa da settimane con 2 bambine disorientate…

Buongiorno,
sono una mamma lavoratrice in smartworking ormai a casa da settimane con 2 bambine di 9 e 6 anni (IV e I elementare), che si sentono, come tutti noi, disorientate, confuse, spaventate da quello che sta succedendo. A  livello scolastico cerco di supportarle come posso (cioè poco, dovendo lavorare fino alle 5, stessa cosa vale per il papà), ho tanta paura per il nostro e soprattutto il loro futuro, anche scolastico. Le maestre di classe prima hanno creato un gruppo whatsapp in cui loro e i bambini possono restare in contatto con vocali e immagini e questo aiuta molto la mia piccola. La grande si sente molto “isolata”, già ha un carattere molto introverso, ha ricominciato ad avere difficoltà nell’addormentarsi la sera e faccio tantissima fatica a farle fare quei pochi “compiti” che arrivano. Cosa posso fare concretamente per aiutarle? grazie 

Anonima


Buongiorno Giulia,
grazie per averci scritto. In questo momento di emergenza a livello nazionale, è normale provare sentimenti di paura e di preoccupazione, utili però per poter attivare uno spirito di sopravvivenza, e di conseguenza quindi riorganizzarsi per poter creare nuovi equilibri, in questo caso all’interno delle proprie abitazioni poiché le regole dettate dalle istituzioni, prevedono di rimanere a casa il più possibile.
Con i figli sicuramente può
risultare più complesso e sarebbe importante condividere con loro la paura legata a questo momento di difficoltà condivisa da tutti e di rassicurarli il più possibile, soprattutto prima di andare a dormire.  Il disegno ad esempio, potrebbe essere un modo per poter far veicolare le loro emozioni, oppure la condivisione di momenti insieme come il gioco (quando non bisogna lavorare) o della preparazione di un pasto, potrebbero aiutare ad enfatizzare l’aspetto positivo di questa circostanza, nella quale il tempo di qualità sta riacquistando un suo valore. Il fatto che sua figlia più piccola abbia un contatto con i suoi compagni di classe e la maestra, è molto positivo, ci chiedevamo se fosse lo stesso per sua figlia più grande, altrimenti sarebbe importante anche per lei mantenere una comunicazione, sempre tramite messaggi o videochiamate, con qualche compagno di classe o amico. Inoltre comprendiamo la difficoltà nella gestione del programma scolastico a casa. Sia i genitori che i figli sono disorientati in questo momento, e quindi sarebbe importante creare il più possibile un clima sereno al fine di riuscire a ristabilire un equilibrio diverso, magari confrontandosi anche con altri genitori in modo da attuare delle regole scolastiche condivise.  Quando vuole può tornare a scriverci per qualsiasi ulteriore dubbio o preoccupazione. 
Un saluto! 

 
23 Marzo 2020