Coronavirus: studenti realizzano cartone animato per affrontare emergenza

Coronavirus: studenti realizzano cartone animato per affrontare emergenza

L'iniziativa dell'istituto 'Giordano' di Venafro (Isernia)
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

VENAFRO (ISERNIA) – “Il cartoon nasce dalla volontà di spiegare con semplici parole l’azione più importante di questi giorni, lo stare a casa e, soprattutto, di lanciare un messaggio: i luoghi della nostra città, quelli che per noi prima erano scontati, ora ci sono stati tolti”.

Con queste parole Alice, studentessa del quinto anno dell’istituto ‘Giordano’ di Venafro, spiega a diregiovani.it l’intento del lavoro svolto con i compagni. Il cartone animato realizzato dagli studenti dell’istituto molisano è un inno alla bellezza delle proprie radici e alla voglia di libertà ‘sospesa’ in questo momento ma che, se si seguono le indicazioni dei protagonisti del cartone, uno studente e una studentessa, si farà apprezzare ancora di più come bene fondamentale.

“Abbiamo pensato di utilizzare questo mezzo di comunicazione perché ci sembrava il più diretto di tutti, in grado di arrivare a grandi e piccoli e in qualche modo anche il più empatico. Rappresenta anche la nostra voglia di uscire e ritornare alla semplicità delle giornate”, sottolinea Alessia, anche lei studentessa.

Uno studente e una studentessa ‘animati’ sono in giro nella città di Venafro, dal castello Pandone, al laghetto del paese, istruendo i cittadini su quali siano i comportamenti giusti da tenere, come quello di lavarsi le mani, e trasmettendo un messaggio di speranza: Venafro superò un momento difficile come la peste del ‘600. Supererà anche questo.

“Studenti e studentesse hanno voluto contribuire a modo loro in questo momento di emergenza– ha detto il docente Marco Fusco- il loro sforzo è stato ben ripagato. Il ministero dell’Istruzione inserirà il cartone animato nelle buone pratiche della didattica a distanza”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it