Magnifico donare, Chiara Galiazzo testimonial della campagna raccolta sangue

Un'esigenza più che mai incalzante in questo periodo di emergenza

https://www.diregiovani.it/wp-content/uploads/2020/04/chiara-galiazzo.mp4

ROMA – Ogni giorno, in Italia, 1.800 persone hanno bisogno di trasfusioni, di queste circa la metà sono pazienti talassemici, con leucemie o con altre forme oncologiche con un bisogno costante di sangue.

Per venire incontro a queste necessità e all’alta richiesta di questo periodo si moltiplicano gli appelli di politici e di artisti che si rendono portavoce di un messaggio importante: c’è bisogno di donare il sangue e il plasma.

A questi appelli si unisce anche Chiara Galiazzo, testimonial della campagna di sensibilizzazione Magnifico Donare dedicata ai pazienti con Beta Talassemia e Sindromi Mielodisplastiche e promossa da UNITED Onlus, Federazione Italiana delle Thalassemie, Emoglobinopatie Rare e Drepanocitosi e AIPaSiM Onlus, Associazione Italiana Pazienti con Sindrome Mielodisplastica, in collaborazione con AVIS e con il supporto non condizionante di Celgene.

Perché donare?

La Beta-Talassemia e le Sindromi Mielodisplastiche sono due patologie del sangue con un impatto significativo sulla qualità di vita delle persone che ne soffrono e dei loro caregiver. L’unico modo per arrivare alla guarigione di queste malattie è, ad oggi, il trapianto di midollo osseo, tuttavia importanti innovazioni terapeutiche si stanno profilando e potrebbero cambiare in modo importante la quotidianità, limitando il ricorso a frequenti trasfusioni. Oggi però il fabbisogno trasfusionale
resta elevato e quindi è doveroso richiamare l’attenzione sul valore della donazione del sangue, un gesto di responsabilità sociale importante, verso i pazienti, i loro caregiver, le strutture ospedaliere e il Servizio Sanitario Nazionale.

La solidarietà non si ferma neanche nei momenti più difficili.
Ecco perché è importante mantenere alto il livello di attenzione e prenotare la propria donazione al fine di garantire una raccolta di sangue continua e che ben risponda alle necessità del Sistema Trasfusionale locale e nazionale. AVIS, inoltre, invita, dove possibile, a donare il plasma, che, per sua natura, può essere conservato per un arco temporale maggiore e riveste un ruolo fondamentale nella cura di molte patologie croniche e rare.

La donazione di sangue è fra le situazioni di necessità previste dal DPCM dell’emergenza Coronavirus per giustificare gli spostamenti fuori casa e confermata dalla circolare del Ministero della Salute del 24 marzo.

Per informazioni su come prenotare le donazioni di sangue consultare il sito www.avis.it.

2020-04-02T16:15:57+02:00