Coronavirus, la resilienza come opportunità

Coronavirus, la resilienza come opportunità

Trovare il positivo in una situazione difficile non è semplice ma neanche impossibile
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La resilienza è un concetto molto importante che può essere declinato in diversi contesti.

In ambito meccanico è la capacità di saper assorbire un urto senza rompersi, quindi resistere. Essere resiliente significa essere in grado di reggere in situazioni difficili, traumatiche e in tutte quelle situazioni che mettono in pericolo la propria capacità di “sopravvivere”. Per far fronte a tutto ciò c’è bisogno di una riorganizzazione e di una capacità di saper attingere alle proprie risorse.

Resilienza significa anche essere emotivamente e cognitivamente flessibili e di crescere attraverso le sfide. In un momento così importante per la nostra esistenza come quello che stiamo vivendo con l’emergenza covid-19 c’è una richiesta importante che viene fatta a tutti: trovare la forza per affrontare questo particolare momento senza perdere la propria identità. Questo non vuol dire non essere tristi o preoccupati, ma non fare in modo che queste emozioni così forti prendano il sopravvento.

Trovare il positivo

Ci sono diverse capacità alla base della resilienza. Una di queste è quella di essere in grado di trovare il positivo in una situazione difficile non è semplice ma neanche impossibile.

Ad oggi potrebbe essere avere più tempo per la famiglia o per una propria passione. Imparare ad ascoltare se stessi è un buon esercizio per conoscere i propri bisogni e attingere a ciò che si ha a disposizione per affrontare le difficoltà. Il vivere questo tempo alla scoperta della cose positive può portare alla scoperta di nuove passioni e di se stessi. Un altra capacità è quella di saper reagire, di trovare una spinta, un motivo, un obiettivo.

Avere fiducia in se stessi

Fondamentale è avere la consapevolezza delle propria autoefficacia, la fiducia in se stessi. La flessibilità è molto importante nella resilienza. È una sorta di “riciclo creativo”. In questo momento per esempio, non si può uscire ma esiste la possibilità di fare sport attraverso i canali social. È come avere un vaso rotto e non buttarlo ma riutilizzarlo per farne altro.

Le sfide che permettono la crescita non sono solo quelle dettate da questo particolare momento ma anche quelle della crescita. La resilienza aiuta tutto il percorso dello sviluppo perché permette alla persona di riorganizzarsi ed adattarsi a seconda delle esigenze e delle vicende che lo colpiscono, quindi è una qualità fondamentale per affrontare con coraggio le difficoltà della vita per poi scoprirsi cambiati e più forti.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it