Coronavirus, preside ic De Petra: "Sostegno psicologico fondamentale"

VIDEO | Coronavirus, preside ic De Petra: “Sostegno psicologico fondamentale”

Intervista a Serafina D'Angelo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

 

CASOLI (CHIETI) – “La nostra prima settimana di didattica a distanza non è stata facile, ma grazie allo sforzo della nostra animatrice digitale e alla disponibilità dei docenti siamo riusciti a raggiungere la maggior parte degli studenti e delle studentesse”.

Così Serafina D’Angelo, dirigente scolastica del IC ‘De Petra’ di Casoli, in provincia di Chieti. La scuola abruzzese ha dovuto affrontare un problema di diseguaglianza digitale diffuso:

“Molti alunni e alunne non disponevano di dispositivi o connessione adeguati– spiega la preside D’Angelo- la scuola è riuscita a risolvere la situazione grazie alle proprie risorse e col contributo dell’amministrazione locale, che ringrazio”.

Uno sforzo importante per colmare un gap che in alcuni casi era anche accentuato dalle difficoltà di comunicazione con i genitori stranieri di alcuni alunni che non parlano italiano. Tuttavia, la vera sfida per l’istituto comprensivo abruzzese è stata, secondo la preside, riuscire a dare a tutti e tutte il supporto emotivo di cui avevano bisogno.

“Il gap cognitivo è meno difficile da colmare di quello emotivo. Noi abbiamo avuto una grande mano dalla collaborazione con l’Ido (l’Istituto di Ortofonologia) che offre supporto psicologico ai nostri ragazzi dai tempi del sisma e per questo devo ringraziarli tanto”, ha detto la dirigente D’Angelo.

Un’attenzione per l’aspetto emotivo dell’emergenza che ha spinto la preside e i docenti a creare un luogo virtuale, ‘Lo spazio del cuore’, un’agorà dove alunni e alunne posso aprirsi con i propri docenti di italiano, parlando delle proprie emozioni e dei propri sentimenti.

“È un momento triste anche per noi educatori- conclude la dirigente scolastica- noi siamo però a completa disposizione degli alunni e delle alunne, guardando con la massima attenzione chi quest’anno terminerà il suo percorso di studi ed andrà alle superiori per accompagnarli nel migliore dei modi”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it