Ho un problema e a causa di questo virus non riesco ad ottenere risultati.

Ho un problema e a causa di questo virus non riesco ad ottenere risultati..

Salve, non ci conosciamo e non sò chi leggerà il mio messaggio ma ho un problema e a causa di questo virus non riesco ad ottenere risultati.
A febbraio esattamente ad un mese di distanza dal test ho scoperto dai risultati di avere la clamidia e l’ureoplasma positivi.
Il mio attuale compagno, con cui stiamo insieme da poco, mi ha riferito che probabilmente era positivo alla clamidia per colpa della sua ex, la quale ha omesso di dirglielo. Fatto sta che dopo quindi 2 mesi ho fatto la prima cura antibiotica con lo zitromax per 6 giorni insieme al mio compagno. Dopodiché ho preso appuntamento per ripetere il tampone ma, dichiarato lo stato di Pandemia, me l’hanno rimandata poiché considerata NON URGENTE. Sembrava che le cose andassero meglio ma poi ho re iniziato ad avere i sintomi che avevo inizialmente quindi perdite simil ciclo prima della mestruazione dolori addominali, renali e mal di stomaco. In concomitanza con ciò ho uno stato di malessere generale, forti emicranie e spesso mi prende dolore cardiaco (ma penso che questo sia legato ad un fattore ansioso).Il mio medico mi ha consigliato quindi di iniziare un nuovo antibiotico, ovvero avalox 400 per 7 giorni ogni 24h e ora sono al 3giorno ma non trovo granchè miglioramento. Ho paura che sia peggiorata, che rischio l’infertilità, che magari l’infezione possa espandersi e portare alla morte … Insomma penso al peggio e sono davvero preoccupata poiché in un periodo come questo mi sento molto sola con questa malattia e mi sta portando all’esasperazione…Adesso, finito l’antibiotico aspetterò i 15 giorni per poi rifare il tampone prenotato il 4 maggio…Quanto sto rischiando?Grazie mille se risponderà
Saluti !!!!

Anonima

Cara Anonima,
ci dispiace molto per questa situazione che stai vivendo e che sicuramente è aggravata dalla condizione di pandemia; il periodo difficile che tutti stiamo vivendo porta ad accentuare gli stati di ansia e amplifica i nostri timori e le nostre paure, ma crediamo che tu possa possa stare tranquilla, in quanto la cura antibiotica è stata avviata tempestivamente ed è ancora in atto; nell’attesa di eseguire dei nuovi controlli, crediamo sia fondamentale restare in contatto costante con il tuo medico che conoscendo l’andamento del disturbo, potrà darti risposte certe su sintomi che persistono ed eventuali nuovi fastidi. Non sottovalutare lo stato ansiogeno che vivi e che forse potrebbe accentuare la percezione di alcuni fastidi. Purtroppo in questa sede non possiamo darti risposte esaustive sulla tua condizione fisica, ma siamo certi che la situazione migliorerà, bisogna solo avere un pò di pazienza e attendere la fine della cura per valutarne i risultati. I tempi di cura delle malattie sessualmente trasmissibili possono essere più o meno lunghe, dipende molto dalla reazione fisica del singolo individuo.
Speriamo di averti dato un pò di sollievo e se ti va torna a scrivere per farci sapere come vanno le cose.
Un caro saluto!
L’équipe degli esperti

 

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it