La gabbianella e il gatto, Italia 1 omaggia Luis Sepulveda

La gabbianella e il gatto, Italia 1 omaggia Luis Sepulveda

Appuntamento con il cartone oggi alle 16.20 sul canale Mediaset
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – È vero quando si dice che gli artisti non muoiono mai perché sulla Terra resta la loro arte. Ma la notizia della morte dello scrittore cileno Luis Sepulveda è stato un duro colpo per tutti. Ieri, si è spento all’età di 70 anni all’ospedale di Oviedo, in Spagna, a causa del Covid-19.

La libertà e i sogni erano al centro della sua esistenza e questo lo si percepisce anche da suoi innumerevoli libri, come ‘Il potere dei sogni’. Alle giovani generazioni Sepulveda è arrivato con un piccolo capolavoro indimenticabile ‘Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare‘, da cui Umberto Marino ha scritto la sceneggiatura de ‘La gabbianella e il gatto‘. Diretto da Enzo D’Alò, il film d’animazione italiano del 1998 vede tra i doppiatori Carlo Verdone, voce di Zorba, Antonio Albanese, voce de Il Grande Topo, e Sepulveda, voce del Poeta.

LA STORIA

La storia racconta di Kengah, un gabbiano avvelenato da una macchia di petrolio nel mare del nord, che riesce ad affidare, in punto di morte, il proprio uovo al gatto Zorba (voce di Carlo Verdone), strappandogli tre promesse: quelle di non mangiare l’uovo, di averne cura finché non si schiuderà e di insegnare a volare al nascituro. La pellicola uscita alla fine del 1998 ha incassato oltre 12 miliardi di lire ed è la pellicola d’animazione italiana di maggior successo al botteghino.

Per omaggiare il grande scrittore, Italia 1 manderà in onda alle 16.20 ‘La gabbianella e il gatto’. Il film è visibile in tv e sulla piattaforma Mediaset Play.

Tra le canzoni del film c’è ‘Siamo gatti‘ di Samuele Bersani.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it