L'esame di maturità e l'emergenza Covid-19

L’esame di maturità e l’emergenza Covid-19

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Il 18 maggio sarà una data spartiacque che farà meglio capire come si svolgerà questo esame di maturità. Se si riusciranno a garantire le ultime quattro settimane di lezioni frontali, l’Esame di Stato per il diploma superiore sarà assimilabile a quelli conosciuti. L’ipotesi più probabile, tuttavia, è quella che non ci sia un effettivo rientro tra i banchi di scuola per cui verrebbero eliminate le prove scritte e ci sarà una sola prova orale che a secondo dello stato di emergenza sanitaria valutata dagli esperti potrà essere svolto a scuola o con modalità online. La maturità resta sempre un grande momento di tensione emotiva. Come prepararsi a questa nuova versione dell’esame?

1) MANTENERE UN CONFRONTO CON I DOCENTI. La didattica a distanza ha amplificato vissuti di ansia in quanto le lezioni possono essere difficili da seguire, manca il confronto diretto con i docenti, vengono utilizzati diversi approcci e piattaforme che spesso confondono. Per questo è importante non perdere un confronto attivo con tutti i docenti della classe, al fine di trovare modalità condivise di apprendimento.

2) NON PERDERE LA MOTIVAZIONE. Le poche e contraddittorie informazioni aumentano un senso di frammentazione e una scarsa motivazione. Studiare o ripassare fino all’ultimo momento serve solamente ad aumentare lo stress. È importante sapere utilizzare delle pause funzionali che permettano al cervello di rielaborare le informazioni e scegliere quali stivare nella memoria a lungo termine. La noia e la ripetitività addormentano le capacità cerebrali, mentre le emozioni e l’attenzione consentono di ricordare di più. Bisogna evitare le emozioni forti e negative prima di andare sotto esame: fanno perdere i ricordi immediatamente precedenti. Questo avviene perché il cortisolo, ormone dello stress, interagendo con l’amigdala (organo deputato al significato emotivo del ricordo), allerta l’attenzione, facendo emergere gli eventi emotivamente significativi a spese di quelli che li precedono.

3) ESERCITARE TUTTI I 5 SENSI. Per potenziare le capacità di apprendimento e
memorizzazione bisogna allenare il cervello. Per farlo senza troppa fatica occorre esercitare il più possibile tutti e cinque i sensi: non usare un senso, infatti, significa non allenare un’area cerebrale.

4) SALVAGUARDARE IL SONNO. La noia, lo scarso movimento, l’agitazione sono probabilmente fattori che incidono sul ciclo sonno/veglia. Ma il sonno ha un ruolo fondamentale per la memorizzazione delle informazioni apprese durante il giorno. Una riduzione significativa delle ore di sonno riduce la memoria, la capacità di giudizio, l’apprendimento, la capacità di fare associazioni, la creatività e l’attenzione. E aumenta il rischio di depressione. È di fondamentale importanza mantenere anche una routine scandita da una corretta alimentazione e da momenti di attività fisica durante la giornata. Sui social sono partite molte iniziative online che permettono di fare sport pur restando a casa.

5) CONDIVIDERE. Il coronavirus ha sottratto alla maturità non solo la routine burocratica ma anche tutte quelle ritualità di preparazione, come la festa dei 100 giorni, il viaggio della maturità, i gruppi di studio…Avete ragione è difficile fare molte cose ma è fondamentale continuare a condividere con il gruppo di amici i vostri progetti, questo vi aiuterà ad alimentare una energia positiva. La maturità è il risultato di molto altro non è solo un giudizio numerico, è la paura arcaica di affrontare da soli le proprie decisioni, è l’aspettativa individuale ma anche sociale, è la necessità di mettere una pietra stabile in una direzione futura, è l’esitazione di voler essere grandi ma di non sapere ancora quale sia la cosa più giusta da fare. Sempre che ci sia sempre la cosa giusta da fare. Per cui continuate a fare squadra. Nessun giudizio potrà completamente descrivere il vostro percorso, la vostra persona ma da lì potrete partite per scrivere la vostra storia con i vostri strumenti. Buona maturità a tutti!

CURIOSITÀ

La maturità è un rito di passaggio dall’adolescenza all’età adulta presente in tutte le culture, antiche o moderne. Per esempio, a Sparta l’adolescente affrontava il rito della krypteia: dopo una lunga formazione, viveva da solo nella foresta e, agendo di notte, doveva procurarsi il cibo e uccidere il suo primo nemico. Ad Atene, invece, un ragazzo diventava adulto attraverso l’ephebia, due anni di preparazione militare/civile, per essere pronto a servire la città.

dal film Notte prima degli esami

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it