Tg Scuola - edizione del 24 aprile 2020

Tg Scuola – edizione del 24 aprile 2020

Si parla di: Inclusione, Quarantena; Microconferenze
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Giovani, a Milano porte aperte a equità e inclusione
Una sinergia tra istituzioni pubbliche e privato sociale : è l’ingrediente essenziale di DOORS, il progetto coordinato da CIES onlus che prevede una serie di azioni su tutto il territorio nazionale per contrastare la povertà minorile e la dispersione scolastica. A Milano, DOORS porta avanti le sue attività grazie alla stretta collaborazione dei suoi partner lombardi: la Direzione Educazione del Comune di Milano, la Cooperativa sociale ‘Tempo per l’Infanzia’, gli Istituti Comprensivi ‘Pini’ e ‘Calvino’ del Municipio 2 della città e Progetto Axé Italia.

Trapani, studenti: “Sentimenti contrastanti durante la quarantena”
I ragazzi dell’istituto comprensivo ‘Garibaldi’ di Salemi (Trapani) hanno raccontato attraverso una serie di video interviste, il loro stato d’animo durante l’isolamento sociale causato dall’emergenza coronavirus. L’iniziativa rientra nel corso di giornalismo a distanza organizzato dall’agenzia di stampa Dire e diregiovani.it nell’ambito del progetto ‘Lontani ma vicini‘, in sinergia con la Task force per l’emergenza educativa del ministero dell’Istruzione. Studio e svago scanditi da momenti di tristezza, dispiacere e gioia, caratterizzano le giornate degli alunni siciliani.

Roma, preside liceo Mamiani: “Rischiamo Italia a due velocità”
Mentre il ministero dell’Istruzione si prepara a dettare le linee guida per l’anno scolastico 2020/21, il lavoro quotidiano di docenti, studenti e dirigenti va avanti tra incertezze e dubbi sul futuro. “Siamo molto preoccupati sul prossimo anno, ma al tempo stesso siamo concentrati sul presente- ha commentato a diregiovani.it Tiziana Sallusti, dirigente del liceo classico ‘Mamiani’ di Roma– Il rischio è quello di ritrovarci con un’Italia che viaggia a due velocità dal punto di vista tecnologico e logistico. Ed è un pericolo che non dobbiamo correre, perché l’Italia è una e dobbiamo procedere tutti insieme. Non ci devono essere scuole di serie A e scuole di serie B”.

Torna ‘Microconferenze’, tema crisi e rinascita
Si avvicina la seconda edizione del premio nazionale ‘Microconferenze’ nato nel liceo ‘Fermi’ di Policoro. A ragazzi e alle ragazze di tutta Italia verrà chiesto di mettersi in gioco in una performance oratoria, un public speaking che può andare dai 5 ai 15 minuti e che si caratterizza per l’attenzione verso l’ascoltatore coinvolgendo le cosiddette ‘soft skills’ degli studenti e delle studentesse. Il tema scelto per questa nuova edizione sarà quello della crisi e della rinascita.

Dalle scuole: 

Istituto comprensivo Garibaldi di Salemi
Gli studenti hanno intervistato un medico specializzando in cardiologia e un operatore del 118.

Istituto comprensivo Sinopoli di Roma
Gli alunni della IIF hanno iniziato a scrivere le loro ‘cronache della quarantena’, un diario giornaliero sulla quotidianità al tempo del coronavirus.

Istituto Giordano di Venafro
La dirigente scolastica Carmela Concilio si dice preoccupata per il rientro a settembre: difficile far rispettare le distanze di sicurezza ai più piccoli.

Istituto Magarotto
Isabella Pinto, dirigente della scuola, si dice preoccupata per i suoi alunni sordi che non possono utilizzare mascherine.

Istituto comprensivo Teglia di Genova
Per la dirigente scolastica Elena Tramelli, servono regole chiare per un rientro sicuro tra i banchi.

Istituto Pertini di Trapani
La preside Maria Laura Lombardo è a lavoro per studiare nuove modalità di didattica in presenza.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it