Oscar: anche i film non usciti in sala potranno essere candidabili

Cambiano le regole in casa Academy Awards

ROMA – Rivoluzione in casa Oscar. Gli Academy Award hanno deciso di adeguarsi all’emergenza Coronavirus in vista dell’edizione 2021 cambiando le regole. Solo per il prossimo anno potranno essere candidati anche i film che hanno saltato il debutto sul grande schermo e sono usciti direttamente in digitale, ma non quelli per cui non era prevista un’uscita in sala. Quindi, solo per la prossima edizione, si può mettere da parte il requisito per cui una pellicola per essere candidabile deve restare in programmazione nelle sale per almeno sette giorni. Una decisione necessaria, altrimenti la 93esima edizione degli Oscar, che si terrà il 28 febbraio a Los Angeles, si sarebbe trovata senza film da premiare. 

L’Accademia crede che non ci sia modo migliore di vivere la magia dei film che vederli in una sala cinematografica, ha dichiarato David Rubin, presidente dell’Academy, in una nota. Ma la pandemia Covid-19 “ha richiesto di fare una eccezione, per quest’anno, alle nostre regole di ammissibilità ai premi“, ha concluso Rubin.

2020-04-30T12:36:23+02:00