L'emotività degli studenti durante la quarantena

L’emotività degli studenti durante la quarantena

L'intervento di Maura Manca in diretta sulla pagina Facebook del ministero dell'Istruzione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Gli effetti della quarantena su studenti e studentesse non si sono limitati all’impossibilità di raggiungere le proprie scuole ma ha avuto effetti anche sul lato emotivo di ragazzi e ragazze, bambine e bambini. Alcune di queste sfide emotive che stanno affrontando alunni e alunne le ha raccontate, in diretta sulla pagina Facebook del ministero dell’Istruzione, la dottoressa Maura Manca, psicoterapeuta esperta in problematiche emotive e comportamentali, durante l’ultima diretta dell’appuntamento bisettimanale de #lascuolanonsiferma in collaborazione con diregiovani.it.

“Nella fase iniziale della quarantena si è parlato soprattutto di emergenza sanitaria– ha sottolineato Maura Manca- abbiamo forse trascurato gli aspetti emotivi che hanno avuto un impatto molto forte per gli studenti e per le studentesse”.

Impatto sulla vita di adolescenti e bambini molto importante perché, come racconta la dottoressa è venuta meno l’istituzione al centro delle loro vite, la scuola.

“Studenti e studentesse hanno dovuto gestire più fasi, in quell’età la scuola è centrale si sono trovati alla prese con un nuovo modo di relazionarsi con compagni e docenti, persone con le quali hanno una relazione emotiva che ha superato quella didattica”. 

La dottoressa Manca ha fatto anche il punto su quali potrebbero essere le conseguenze di questa quarantena su bambini e adolescenti.

“Non sappiamo ancora come realmente verrà gestito il nuovo, una delle paure più frequenti è quella della scissione, la separazione dai compagni al ritorno a scuola- continua la dottoressa- un’altra questione sulla quale bisognerà prestare attenzione è quella del ritiro sociale, ragazzi e ragazze che avranno difficoltà a voler uscire di nuovo”.

Da questa emergenza però alunni e alunne potranno cogliere anche i lati positivi come spiega, concludendo la diretta, la psicoterapeuta.

“In questo periodo ragazzi e ragazze stanno capendo in termini di deprivazione l’importanza del legame fisico e diretto e quando l’amicizia. Sta a noi poi aiutarli a gestire le incertezze post quarantena e non perdere l’aspetto emotivo venuto fuori”. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it