La cometa SWAN si avvicina: potrebbe diventare visibile a occhio nudo

Il perigeo è previsto il 13 maggio

Chioma verde, coda brillante. Il suo destino è incerto, ma se tutto andrà come deve, la cometa SWAN (C/2020 F8) sarà visibile a occhio nudo nelle prossime settimane.

Il corpo ghiacciato sta viaggiando ad una velocità di oltre 136.000 km/h, avvicinandosi rapidamente alla Terra. Il 13 maggio raggiungerà la distanza minima dal nostro pianeta (perigeo), trovandosi a 84 milioni di chilometri. La cometa, poi, proseguirà la sua orbita verso il Sole, con un massimo avvicinamento (perielio) di 64 milioni di chilometri previsto il 27 maggio. Al momento SWAN è osservabile flebilmente nell’emisfero australe, ma la sua luminosità sta via via aumentando. Se manterrà questo ritmo, già da fine mese sarà visibile nei nostri cieli a occhio nudo.

La cometa SWAN è stata scoperta lo scorso 11 aprile dall’astronomo dilettante Michael Mattiazzo mentre osservava i dati raccolti dallo strumento Solar Wind ANisotropies (SWAN) dell’Osservatorio solare e eliosferico SOHO della NASA.

2020-05-11T16:32:51+02:00