VIDEO | A Reggio Emilia l'educazione stradale si fa online

VIDEO | A Reggio Emilia l’educazione stradale si fa online

Grazie a Polizia locale e USR nasce portale educazionestradale.net
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un nuovo progetto sull’educazione stradale indirizzato ai bambini delle scuole primarie e messo a punto dalla Polizia Locale di Reggio Emilia in collaborazione con l’Ufficio scolastico provinciale. Si chiama ‘educazionestradale.net‘, e prevede una playlist di video-lezioni tenute e registrate dagli stessi agenti reggiani che, durante le normali attività scolastiche, sono soliti intervenire in aula.

Sul sito del Comune di Reggio Emilia, nella sezione ‘Eventi a casa tua’, è già stata inserita una prima video-lezione. Il portale è fruibile on-line in ogni momento della giornata, ed è stato pensato per fornire un supporto sia al personale docente, sia ai genitori che volessero ampliare l’offerta educativa e formativa a disposizione dei loro figli, utilizzando, oltre ai filmati, anche alcune schede da disegnare e link interattivi per calare le nozioni apprese nella realtà del territorio.

“Il progetto è frutto di collaborazioni e alleanze di territorio per rendere le scuole luoghi di educazione civica – afferma l’assessora all’Educazione Raffaella Curioni– pertanto ha una grande valenza sul piano educativo e formativo in quanto trasferisce attenzioni e competenze specifiche ai bambini che imparano le norme per abitare le strade e muoversi negli spazi pubblici nel rispetto degli altri, divenendo protagonisti fin da piccoli di una corretta e responsabile convivenza civile”.

L’impegno, quindi, è quello di affiancare insegnanti e famigliari in questo delicato momento della vita dei ragazzi, per contribuire all’educazione del senso civico fin dall’infanzia. Il Comando di Polizia locale di Reggio Emilia, prima della sospensione delle lezioni in aula dovuta alla diffusione del Coronavirus, aveva in programma una fitta agenda di appuntamenti nelle scuole reggiane che non poteva rimanere sospeso. Per questo, l’esigenza di riproporlo ha trasformato anni di esperienze sul campo e nelle classi in una proposta virtuale a disposizione di tutta la cittadinanza.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it