Sembra che non sono più abituata a stare con gli altri…

Salve esperti,
sono rientrata da una settimana al Nord, dove studio all’università, dopo essere rimasta “bloccata” per la quarantena in Sicilia dalla mia famiglia. Mi sento strana però, ho paura di uscire, e quelle poche volte che lo faccio mi sento a disagio poi non sopporto le mie coinquiline…sembra che non sono più abituata a stare con gli altri e questa cosa mi spaventa.
Se potete darmi dei consigli,
grazie!



Anonima, 23 anni


Cara Anonima,
comprendiamo le tue preoccupazioni, vogliamo subito tranquillizzarti dicendoti che è naturale in questa fase sentirsi esattamente come ci hai descritto.
I due mesi di quarantena hanno messo a dura prova tutti noi, sono sembrati uno spazio sospeso durato un tempo quasi indefinito in cui ognuno ha dovuto far i conti con le proprie fragilità e tirare fuori risorse inaspettate. Anche se difficoltoso quel periodo è stato comunque all’interno delle proprie case quasi in una zona di confort che, a volte è parsa soffocante, ma altre dava la percezione di protezione. 
Uscire da questa zona di confort richiede ora un nuovo adattamento e cambiamento. Per fare ciò è necessario darsi del tempo, non pretendere di ricominciare tutto e subito. E’ importante rispettare i propri tempi e bisogni che non per forza devono coincidere con le indicazioni date delle Istituzioni. Per questo il consiglio è quello di darti dei piccoli obiettivi quotidiani, senza caricarti di aspettative che finirebbero per frustrarti. Ricomincia un po’ alla volta con lo studio e con l’uscire, facendo magari piccole commissioni per riabituarti. Anche il contatto con le persone va riadattato, è naturale che dopo mesi di solitudine sia più complicato convivere. Anche in questo caso puoi alternare momenti in cui sei da sola a momenti di condivisione con le coinquiline, senza forzarti. Tieni conto che sei stata anche per un lungo periodo con la tua famiglia, ed ora invece devi riabituarti alla tua autonomia e provvedere da sola, questo certamente può far paura. Ma ciò che riuscivi a fare prima dell’emergenza non è stato cancellato va solo riscoperto; senza negare la paura e la confusione che può esserci in questa fase. Nonostante le paure si può ricominciare a fare delle cose e sentirsi attivi, senza pretendere troppo da se stessi. 
Siamo sicuri che piano piano riuscirai a ritrovare il tuo equilibrio, diverso da prima, magari migliore.
Un caro saluto!

17 Maggio 2020