Mafie, Palermo: una piazza virtuale per fare memoria e costruire il futuro

VIDEO | Mafie, Palermo: una piazza virtuale per fare memoria e costruire il futuro

Studenti scuola De Amicis si incontrano sul web per ricordare Falcone e Borsellino
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Una piazza virtuale è il luogo in cui gli alunni del circolo didattico ‘De Amicis’ di Palermo hanno voluto commemorare le vittime delle stragi mafiose di Capaci e via D’Amelio, in occasione del 23 maggio.

“Nonostante l’imprevedibile emergenza sanitaria che ha stravolto le vite di tutti- ha spiegato Giovanna Genco, preside dell’istituto siciliano- la scuola ha confermato la programmazione sulle iniziative di educazione alla legalità, cambiando le modalità di realizzazione ed esecuzione”.

Lo spazio web dedicato al ricordo di Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Paolo Borsellino e degli agenti delle loro scorte raccoglie le produzioni grafico-pittoriche, le riflessioni personali, le rappresentazioni di danza e i lavori musicali realizzati dai ragazzi. Una sezione è, invece, dedicata agli ospiti che vogliono prendere parola e che rimarrà aperta anche dopo il 23 maggio.

“I bambini- prosegue la dirigente- hanno accolto con entusiasmo e motivazione le attività proposte, con la precisa volontà di testimoniare l’importanza della memoria, dell’impegno civile e dell’esempio lasciato da Falcone e Borsellino. Abbiamo voluto essere ancora una volta insieme nella lotta per la legalità, in un percorso che inizia all’apertura di ogni anno scolastico e che si conclude il 23 maggio”.

Per la scuola del quartiere ‘Noce’ di Palermo è tradizione riunirsi nella vicina villa dedicata a Rosario di Salvo, vittima di mafia:

“Quest’anno- ha aggiunto l’insegnante e referente per la legalità, Graziella De Gregorio- ci incontreremo sul nostro blog per continuare a sostenere chi lotta per un futuro di giustizia. Pur non trattandosi di uno spazio fisico, la piazza virtuale ci trova tutti uniti e concordi nel dichiarare da quale parte stiamo e nell’affermare che la vera lontananza è quella mentale. In qualche modo, si riesce sempre a superare la distanza fisica e noi lo abbiamo dimostrato”.

“Domani mattina- conclude la docente- i bambini stenderanno sui loro balconi le magliette che in questi anni hanno indossato durante le manifestazioni. Nel pomeriggio, invece, verranno stese le lenzuola bianche, così come indicato in questi giorni dalla Fondazione Falcone”.

L’iniziativa ideata dalla scuola ‘De Amicis’ è stata realizzata in collaborazione con gli istituti ‘Da Vinci’, ‘Kiyoara’, ‘Parlatore’, le associazioni Astrummula e Corda Pazza e la V Circoscrizione – Commissione Attività Sociali del comune di Palermo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it