Hanami - Finalmente fiori. Asian Fake annuncia l'album fatto da emergenti

“Hanami – Finalmente fiori”. Asian Fake annuncia l’album fatto da emergenti

Tredici tracce scelte tramite una call to action su Instagram
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Che cosa significa Hanami? La parola è giapponese, indica la pratica di osservare la fioritura degli alberi. Una tradizione orientale, nata in Cina e diffusa poi in Giappone, che nel tempo è diventata metafora di bellezza e rinnovamento.

Asian Fake sposa questo concetto contestualizzandolo nel periodo attuale. La rinascita che l’etichetta vuole proporre è artistica, musicale, ma soprattutto collettiva. Un progetto non di genere ma di suono, che intende dare visibilità ai talenti emergenti e al lavoro incessante, almeno sul piano artistico, che non si è mai interrotto nonostante il blocco forzato, l’inverno apparente. È così che è nato il progetto “Hanami – Finalmente fiori”, un disco composto da 13 artisti emergenti. 

Come è nato il progetto

Tramite una “call to action” dal proprio profilo Instagram, Asian Fake ha chiesto al pubblico di inviare un brano inedito (a prescindere dal genere) a una mail dedicata. In poco meno di una settimana sono state raccolte quasi 400 tracce, valutate integralmente da una giuria d’eccezione composta da Filippo Palazzo, CEO & co-founder di Asian Fake, i producer multi platino e A&R Frenetik&Orang3 e Victor Kwality, anch’esso artista e A&R della label. Il team ha selezionato 13 artisti, che sono stati annunciati tramite una diretta sul canale YouTube di Asian Fake lo scorso venerdì 22 maggio.

Non una semplice raccolta, anzi. I provini selezionati sono lavorati sotto ogni aspetto: dal mix&master a carico dell’etichetta fino agli aspetti promozionali e di distribuzione, gestita a braccetto con Sony Music Italia. Il disco sarà su tutte le piattaforme digitali dal 5 giugno.

“Hanami” unisce “gemme nascoste” da tutta Italia aiutandole a fiorire, premiando la passione e l’originalità e creando un progetto inedito che ha come unico scopo quello di mettere la musica al centro.

Le Hanami Class

L’attività è stata ed è animata da un fitto calendario editoriale, che invita artisti selezionati e pubblico a entrare nel progetto per conoscerne le tante sfaccettature (concettuali, estetiche e musicali ma anche più prettamente discografiche). Questo per favorire il contatto tra persone ed etichetta, tra sogno e possibilità di tradurlo in qualcosa di più. In questo senso saranno presto annunciate le “Hanami Class”, ossia un ciclo di 3 incontri (trasmessi in diretta Youtube dal canale della label e perciò aperti a tutti) tra artisti selezionati e gli stessi Filippo Palazzo, Frenetik&Orang3 e Victor Kwality che hanno ideato il progetto. Un’occasione in più per approfondire le dinamiche interne, spesso sconosciute, del mondo discografico oltre che per parlare e ascoltare musica nuova.

TRACKLIST
01. Guido Cagiva – Stonato – Prod. Strage
02. Deriansky – Team Crociati
03. Nellow Spazio – MANIE
04. Dipdoze – SPINE
05. DalaiXV, Lovesosa, The Dentist – Kalispera
06. Rachele – Paranoia
07. Memento – Non ti conosco
08. Khloe – Bonnie & Clyde
09. ndrskillz – Il Suono Del Silenzio
10. 1989 – TUTTOLOGY
11. ceneri – Mancanze
12. t vernice – due euro
13. ALDA – Doppie Punte

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it