VIDEO | Modena, ultimo ciak per 'Racconti di cinema'

VIDEO | Modena, ultimo ciak per ‘Racconti di cinema’

Si è concluso il progetto dell'IC di Savignano sul Panaro
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “In questi mesi in assenza di esperienze e avventure da vivere, mi diverto a guardare le serie tv e ad immaginare di esserci dentro per uscire dalla monotonia”. Non è forse questa la magia del cinema? Sicuramente lo è per un’alunna dell’istituto comprensivo di Savignano sul Panaro, nel modenese, che, con altri compagni e altre compagne, ha partecipato al progetto ‘Racconti di cinema’, realizzato dalla scuola in collaborazione con l’agenzia di stampa Dire e diregiovani.it.

Sviluppato nell’ambito del programma nazionale cinema per la scuola promosso dal ministero dell’Istruzione e del ministero per i Beni e le attività culturali, ‘Racconti di cinema’ si è appena concluso e ha previsto l’attivazione di laboratori didattici sul cinema e sul giornalismo cinematografico e la successiva realizzazione di materiale originale prodotto dagli studenti e dalle studentesse.

In questo modo, anche a distanza, l’istituto ha inteso promuovere la didattica del linguaggio cinematografico e audiovisivo e accompagnare i ragazzi nell’acquisizione di strumenti e metodi di analisi che favoriscano la conoscenza della grammatica delle immagini e la consapevolezza della natura e della specificità del loro funzionamento.

Ecco quindi che ai ragazzi e alle ragazze, alla fine del percorso di formazione, è stato chiesto di scegliere l’oggetto più rappresentativo della loro quarantena e di filmarlo. Il risultato è un video, caricato sul giornale degli studenti promosso da diregiovani.it ‘La scuola fa notizia‘, che i giovani autori hanno deciso di intitolare ‘Gli oggetti della nostra quarantena’.

Gel disinfettanti, mascherine, la natura coi suoi suoni e i suoi silenzi, computer, amici a quattro zampe e merende: queste le clip originali realizzate dagli studenti e montate con l’ausilio degli esperti che li hanno stimolati a raccontare, per immagini, la loro fase 1. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it