Boeing e Sant'Anna di Pisa premiano vincitori programma 'STEM 4 future'

Boeing e Sant’Anna di Pisa premiano vincitori programma ‘STEM 4 future’

Si è tenuto oggi in modalità virtuale l’evento conclusivo della terza edizione del programma di Responsabilità Sociale di Impresa. Tra gli obiettivi, avvicinare le studentesse alle materie scientifiche, superando il divario di genere
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – 173 tra studentesse e studenti di tre licei classici e di altrettanti licei scientifici tra Roma, Milano, Bologna sono stati protagonisti della terza edizione di STEM 4 future, il progetto educativo promosso da Boeing Italia, ideato e coordinato da ScuolAttiva Onlus in collaborazione con la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, che venerdì 29 maggio ha vissuto l’evento conclusivo in diretta streaming.

STEM 4 future è il programma lanciato nel 2017 per incentivare la conoscenza e l’interesse delle generazioni più giovani verso le materie scientifiche, oggi riconosciute sotto l’acronimo inglese STEM (Science, Technology, Engineering and Maths). I sei equipaggi vincitori di questa terza edizione (uno per ogni scuola coinvolta nel progetto) si aggiudicano un soggiorno al Sant’Anna di Pisa per partecipare a una Summer School gratuita, dove potranno riflettere sulla futura scelta universitaria, seguendo uno strutturato percorso di orientamento.

Per la terza edizione, fra ottobre 2019 e giugno 2020, le studentesse e gli studenti che hanno aderito al progetto STEM 4 future, affiancati e sostenuti da docenti e ricercatori del Sant’Anna di Pisa, hanno compiuto un percorso di formazione per sviluppare capacità e competenze relative alla robotica e all’intelligenza artificiale. A marzo 2020, a seguito dell’emergenza Covid-19, il progetto ha proseguito con successo adattandosi alle esigenze della didattica a distanza. Studentesse e studenti hanno potuto completare il percorso di apprendimento, creando presentazioni in gruppo e illustrando quanto appreso durante le sessioni con i loro tutor.

Uno dei temi al centro di questa terza edizione è il superamento del gap di genere nel mondo STEM. Professioniste provenienti da brillanti carriere scientifiche hanno offerto una testimonianza sul loro percorso professionale, sulle eventuali difficoltà incontrate e come sono riuscite a superarle, per incentivare l’interesse delle studentesse verso le materie STEM.

L’evento, svoltosi in modalità virtuale, ha visto la premiazione delle studentesse e degli studenti più meritevoli al termine di un anno accademico durante il quale hanno avuto l’opportunità di essere attivamente impegnati in sessioni di robotica e di intelligenza artificiale. Alla premiazione di sabato 29 maggio hanno “virtualmente” partecipato, tra gli altri, Antonio De Palmas, Presidente di Boeing Italia; Sabina Nuti, Rettrice della Scuola Superiore Sant’Anna; Gaetana Morgante, Delegata all’Orientamento del Sant’Anna, Antonio Frisoli, Responsabile dell’area Human-Robot Interaction presso il Laboratorio PercRo dell’Istituto TeCIP (Tecnologie della Comunicazione, Informazione, Percezione) della Scuola Superiore Sant’Anna. L’equipaggio che si è aggiudicato il titolo nazionale e che ha svolto il miglior pitch per raccontare le eccellenze mondiali in ambito di robotica e l’intelligenza artificiale è EO del Liceo Classico Francesco Vivona (Roma).

Le seguenti sei scuole secondarie di secondo grado, per un totale di 173 tra studentesse e studenti, di RomaMilano e Bologna hanno partecipato al programma:

  • Liceo Classico Luciano Manara (Roma)
  • Liceo Classico Francesco Vivona (Roma)
  • Liceo Classico Tito Livio (Milano)
  • Liceo Scientifico Evangelista Torricelli (Milano)
  • Liceo Scientifico Leonardo da Vinci (Bologna)
  • Liceo Scientifico Albert Bruce Sabin (Bologna)

“Nonostante le circostanze attuali e la necessità di utilizzare una piattaforma per la didattica a distanza, gli studenti di STEM 4 future sono stati in grado di completare con successo il loro percorso di apprendimento: a testimonianza della grande flessibilità di questo programma”, ha dichiarato Antonio De Palmas, Presidente di Boeing Italia. “Le discipline STEM includono alcune delle carriere più versatili e importanti al giorno d’oggi. In un mondo che diventa sempre più tecnologico, è molto importante avere un numero crescente di professionisti qualificati in questi settori. E pensiamo che Boeing possa svolgere un ruolo da questo punto di vista”, ha aggiunto.

“Il progetto STEM 4 future supportato da Boeing Italia rappresenta un virtuoso esempio di sinergia tra università, scuola e mondo del lavoro. Il Sant’Anna è particolarmente felice di contribuire a un’iniziativa dove la ricerca avanzata si mette a servizio della formazione secondaria per sperimentare nuove forme di didattica capaci di fornire alle studentesse e agli studenti strumenti e competenze per gestire il futuro”, ha affermato Sabina Nuti, Rettrice della Scuola Superiore Sant’Anna. “Questa terza edizione”, prosegue la Rettrice, “si è svolta nonostante l’emergenza e ci ha dato l’opportunità, dopo l’iniziativa ‘Impara con noi’, di continuare a sostenere studenti e studentesse in una sfida che possiamo superare soltanto con gli strumenti della conoscenza. L’entusiasmo dei partecipanti ci conferma che siamo sulla strada giusta”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it