VIDEO | Prato, la quarantena dei ragazzi della comunità 'Carlo Del Prete'

VIDEO | Prato, la quarantena dei ragazzi della comunità ‘Carlo Del Prete’

Le loro videointerviste per la campagna 'Io resto in comunità'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Un’opportunità”. Con una parola piena di speranza Mario, uno dei tredici minori ospitati dalla comunità ‘Carlo Del Prete’ di Prato, definisce la situazione storica che stiamo vivendo. Intervistandosi a vicenda, i ragazzi hanno realizzato un simpatico video per partecipare all’iniziativa ‘Io resto in comunità’, promossa dal Coordinamento nazionale per le Comunità per i minorenni e l’agenzia di stampa Dire-diregiovani.it con l’obiettivo di dare voce ai ragazzi e alle ragazze che hanno vissuto la quarantena in questo contesto particolare.

Non tutti, però, condividono l’approccio ottimista di Mario. “Ma la sto vivendo male- ammette Manuel- perché siamo rinchiusi qui da quasi due mesi e a noi giovani piace divertirci, giocare con gli amici, uscire il sabato e la domenica. È difficile, ma piano piano supereremo anche questa”.

La comunità residenziale per minori ospita ragazzi per i quali la permanenza nella famiglia di origine è temporaneamente impossibile. Il suo obiettivo principale è di prendersi cura dei minori ospiti offrendo loro il mantenimento, interventi socio-educativi qualificati e personalizzati in un ambiente sereno e familiare. Durante la quarantena, infatti, i ragazzi sono stati coinvolti in una serie di attività per passare il tempo in modo creativo.

“Gli operatori hanno organizzato tante attività- racconta Mario- tra cui l’orto, partite di calcetto, giochi da tavolo. Insomma stiamo passando il tempo nel migliore dei modi e a noi è anche andata bene perché siamo tredici ragazzi insieme, quando invece c’è chi è a casa da solo e non fa niente”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it