Levante sui concerti nel 2020: "Rispetto per i colleghi ma io aspetto"

Levante sui concerti nel 2020: “Rispetto per i colleghi ma io aspetto”

"No sul palco a tutti i costi"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Nel giorno in cui Diodato annuncia il suo ritorno sul palco con il mini tour ‘Concerti di un’altra estate’, Levante va nella direzione opposta e rimanda a data da destinarsi qualsiasi spettacolo che l’avrebbe vista protagonista nei prossimi mesi.

La cantautrice ha scritto e pubblicato sui social una lunga lettera ai fan, in cui spiega le sue motivazioni. “La sacralità del palco, dove metto in scena ogni piccola e gigantesca parte di me, insieme a tutta la mia strepitosa crew, è intoccabile. Il duro lavoro, la dedizione e la serietà con cui affrontiamo la musica e il live, oggi, non sembrano ritrovare la serenità, le garanzie e le condizioni per poter affrontare lo spettacolo, si legge all’inizio del post.

Con le attuali restrizioni, che prevedono un massimo di 1000 spettatori all’aperto e 200 al chiuso, secondo Levante non ci sarebbero i parametri per poter portare avanti i suoi concerti. “Avevamo pensato a un live muscolare – aggiunge l’artista siciliana – diverso dagli anfiteatri del 2019, un live in cui il coinvolgimento fisico di ogni spettatore presente fosse uno dei due elementi principali. Per la sicurezza di tutti questa ipotesi non è fattibile. Non è fattibile per me salire su un palco con il timore di poter, riunendo tante persone (con un limite numerico da spezzare il cuore), mettere in pericolo la salute di qualcuno. Non è fattibile per me restituire al pubblico uno spettacolo nemmeno lontanamente all’altezza di ciò di cui siamo capaci. È grande il riguardo che ho per chi arriva sotto palco”.

D’altronde, sono stati non pochi gli artisti che hanno espresso le loro perplessità sul fatto di poter suonare comunque, riducendo live pensati per arene maggiori e adattandoli a location minori. “Oggi, come sempre, vincono l’animo e la determinazione personali e – rivela  Levante – parlando con tutta la band, si è deciso di non salire sul palco a tutti i costi. E ci costa, sotto ogni punto di vista, rinunciare alle date dell’estate 2020 ma nessuno di noi ha intenzione di scendere al compromesso di uno spettacolo diverso, in cui dal palco, alla ricerca di un sorriso dietro ai volti mascherati siti a un metro di distanza tra loro, forzatamente si tenta un contatto impossibile”.

Nessuna via di mezzo, perciò, per Levante, che ha l’ultima volta ha riempito il Mediolanum Forum di Assago a Milano. “Ci siamo lasciati il 23 novembre con un Forum stracolmo di gioia – dice la cantante – non modificherò quel ricordo”.

In questa situazione, poi, Levante lascia anche un commento per gli altri artisti che hanno deciso di non fermare la musica: “Nutro profondo rispetto per le scelte di tutti i miei colleghi, di chi ha deciso di suonare e di chi ha deciso di non farlo. Ognuno ha delle motivazioni valide e di cui comprendo le scelte. La mia scelta, oggi, è di aspettare. La musica, amici miei, è fatta anche di pause.

A breve su www.otrlive.it saranno pubblicate tutte le informazioni su biglietti e date sospese o annullate.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it