Emma Watson contro J.K. Rowling: l'attrice si schiera con la comunità trans

Emma Watson contro J.K. Rowling: l’attrice si schiera con la comunità trans

Dopo Daniel Radcliffe ed Eddie Redmayne anche 'Hermione' chiede rispetto per i transgender
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Daniel Radcliffe, Eddie Redmayne ed Emma Watson. I tre attori non hanno in comune soltanto i film tratti dai romanzi di J.K. Rowling (Radcliffe e Watson in ‘Harry Potter’ e Redmayne in ‘Animali Fantastici’) ad unirli c’è anche la vicinanza, oggi più che mai, alle comunità dei transgender, a seguito delle frasi della scrittrice ritenute “transfobiche’. Parole che hanno accesso il dissenso degli artisti e degli utenti del web. 

LE DICHIARAZIONI DI EMMA WATSON

Le persone trans sono ciò che dicono di essere e meritano di vivere la propria vita senza essere costantemente interrogate o informate di non essere quello che dicono di essere. Voglio che i miei follower trans sappiano che io e tante altre persone in tutto il mondo vi vediamo, vi rispettiamo e vi amiamo per quello che siete“,  ha scritto su Twitter l’interprete di Hermione Granger, che ha inviato i suoi seguaci ha donare a due associazioni che operano in prima linea per i diritti della comunità  LGBT+ .

LE DICHIARAZIONI DI DANIEL RADCLIFFE

L’attore ha scritto un lungo intervento, attraverso l’associazione per la prevenzione dei suicidi nella comunità LGBT+ Trevor Project, in cui ha dichiarato che questa non è “una controversia tra me e J.K. Rowling, i trans donna sono donne. Ogni affermazione contraria cancella l’identità e la dignità delle persone transgender […] Dobbiamo supportare transgender e persone che non si sentono di appartenere agli schemi tradizionali per non causare ulteriore sofferenza. A tutte le persone che adesso sentono che l’esperienza della lettura dei romanzi di Harry Potter sia stata rovinata o sminuita, chiedo scusa per la sofferenza che questi commenti vi hanno causato”.

LE DICHIARAZIONI DI EDDIE REDMAYNE

Io ho lavorato sia con J.K. Rowling che con i membri della comunità trans, volevo chiarire la mia posizione sull’argomento: non sono d’accordo con i commenti della Rowling. Le donne trans sono donne, gli uomini trans sono uomini e le identità non binarie sono valide. Non vorrei mai parlare a nome della comunità, ma so che i miei cari amici e colleghi transgender sono stanchi di questo costante interrogatorio sulla loro identità, che troppo spesso provoca violenza e abusi. Vogliono semplicemente vivere la propria vita in pace ed è tempo di lasciare che ciò accada“, ha detto l’attore Premio Oscar nonché protagonista di The Danish Girl, in cui interpreta un ragazzo trans, a Variety. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it