Prima del lockdown io e il mio ragazzo siamo andati a vivere insieme…

Buongiorno,
ho bisogno di confrontarmi con voi esperti per capire se ciò che provo è normale perché mi sento in colpa. Mi spiego meglio. Un paio di mesi prima del lockdown io e il mio ragazzo abbiamo deciso di andare a vivere insieme dopo 1 anno di fidanzamento, mi sentivo felice, convinta che fosse la cosa giusta. All’inizio è stato tutto stupendo, lui impeccabile…poi è scoppiato il Covid-19 e piano piano mi sono sentita sempre più stretta e costretta all’interno del rapporto; mi sento una brutta persona per questo, lui mi ama tantissimo e me lo dimostra in mille modi, io invece ho bisogno di avere i miei spazi altrimenti mi sento soffocare. Aiutatemi a capire!

D., 24 anni


Cara D.,
in ciò che scrivi non troviamo qualcosa per la quale sentirsi in colpa, provi dei sentimenti e stai cercando di fare ordine dentro di te; questo lungo periodo di lockdown ha messo alla prova tante coppie, anche di vecchia data! Certamente la condivisione di spazi e tempo in questa modalità “costretta” è facile che abbia attivato la sensazione di sentirsi invasi, senza avere più la possibilità di stare da soli con sé stessi. L’inizio di una convivenza è il momento nel quale i partner avviano una conoscenza più profonda, intima, dove ci si incontra e scontra con le abitudini dell’altro, con i pregi e i difetti che prima, durante il fidanzamento, non erano emersi. Nel vostro caso, quando è sopraggiunta l’emergenza, avevate appena cominciato la vostra avventura e questo ti ha mandato in tilt. Detto ciò, riteniamo che sia tanto importante che tu possa parlarne con il tuo compagno, spiegandogli come ti senti e di cosa potrebbe fare lui per aiutarti a stare meglio; ritagliarsi degli spazi individuali nei quali si coltivano amicizie e passioni è normale e soprattutto fa bene anche alla coppia. Da questo momento potrete imparare a conoscervi meglio e a superare le difficoltà insieme.
Speriamo d’esserti stati d’aiuto, torna pure a scriverci qualora ne avessi bisogno. 

Un caro saluto!
L’équipe degli esperti

20 Giugno 2020