Ivan Granatino è virale su TikTok. "Caramella" è il brano più riprodotto

Ivan Granatino diventa virale su TikTok. “Caramella” è il brano più riprodotto

Oltre 120mila video in sole tre settimane
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – È su tutte le piattaforme dallo scorso 5 giugno ma è già un successo su TikTok. ‘Caramella’ di Ivan Granatino è il brano più riprodotto sul social. Oltre 120mila i video pubblicati in sole tre settimane dopo la call, con tanto di coreografia, lanciata dallo stessa artista casertano. Un risultato che lo porta dritto alla prima posizione della classifica Viral di TikTok.

@ivangranatinorealRagazzi fatemi vedere i vostri TIKTOK questo è il suono ufficiale. ##perte ##neiperte ##fareiditutto ##caramella @call_me_bl4ir 🍬

♬ Caramella – Ivan Granatino & Bl4ir

Dopo il successo di ‘Me Llama’, Granatino sceglie ancora una volta il rapper napoletano Bl4ir per questo singolo, primo tassello di un progetto discografico più importante, realizzato dall’etichetta Napule Allucca in collaborazione con Believe Digital.

@call_me_bl4ir

È DISPONIBILE ORA IL SUONO UFFICIALE DI “CARAMELLA” 🍬. ASPETTO I VOSTRI TIK TOK 🤪🤘🏻

♬ Caramella – Ivan Granatino & Bl4ir

‘Caramella’ è un brano solare, leggero deciso e voluto per respirare ‘aria d’estate’, grazie anche alla produzione che unisce sonorità pop ad influenze hip hop e reggaeton. Ed è lo stesso Granatino a spiegarne le intenzioni: “Il mio nuovo progetto doveva iniziare a marzo con un altro singolo e sempre a giugno sarebbe uscito questo pezzo. Oggi più che mai credo che questo sia un brano che sa di estate e di leggerezza. Credo che tutti abbiamo bisogno di un po’ di spensieratezza e la musica è un veicolo fondamentale per dare respiro sociale”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it