'Stop alle annessioni d'Israele', oggi 16 manifestazioni in tutta Italia

‘Stop alle annessioni d’Israele’, oggi 16 manifestazioni in tutta Italia

La comunità palestinese di Roma: "Israele, malgrado le denunce e l'opposizione delle Nazioni Unite, dell'Unione europea e della Lega Araba, continua, impunita, a violare la legalità internazionale"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Diciassette città hanno aderito all’iniziativa ‘Libertà e giustizia per la Palestina’, manifestazione prevista per oggi, in sedici città italiane, a cui se ne aggiunge una diciassettesima domenica 28 giugno. Da nord a sud, i manifestanti denunceranno “il tentativo di annettere porzioni della Cisgiordania da parte dello Stato d’Israele“.

Ad organizzare il sit-in, la Comunità palestinese di Roma e del Lazio, che invita i cittadini ad aderire all’evento volto a richiamare l’attenzione sulle “gravi violazioni dei diritti umani perpetrate da Israele ai danni del popolo di Palestina”. La Comunità in una nota riferisce che “il primo luglio il governo Netanyahu-Gantz presenterà al Parlamento israeliano il disegno di legge per l’annessione delle terre palestinesi. Le
annessioni, come gli insediamenti, sono totalmente illegali, come è illegale il perdurare, dal 1967, dell’occupazione dei Territori palestinesi a seguito della ‘Guerra dei sei giorni’. Israele, malgrado le denunce e l’opposizione delle Nazioni Unite, dell’Unione europea e della Lega Araba, continua, impunita, a violare la legalità internazionale e a compiere crimini quotidianamente”.

Secondo i palestinesi in Italia, “mentre negli Stati Uniti oggi i neri, i democratici e gli anti-razzisti scendono a milioni nelle strade, pacificamente, affermando con forza ‘La vita dei neri conta’, anche noi affermiamo ‘La vita dei palestinesi conta’. Perché la vita di tutti e tutte conta”. Nel corso del sit-in interverranno “politici, artisti,
scrittori, cantanti e il popoloanti-razzista e per la pace”.

Secondo le organizzazioni, “in contemporanea con Roma anche le città di Bari, Milano e Napoli saranno teatro di altre manifestazioni sulle medesime questioni qui enunciate”. 

I cortei italiani contro le annessioni d’Israele

I cortei si terranno in particolare a Roma, in Piazza del Campidoglio dalle 16; a Genova, in piazza de Ferrari alle 16; a Venezia, in campo san Geremia alle 16; a Rovigo in piazza Matteotti alle 18; a Vicenza in piazza Matteotti alle 16; a Messina a passeggiata a Mare – lato Prefettura – alle 16; a Cagliari in piazza Garibaldi alle 18; a Bari in piazza della Liberta’ alle 16; a Siracusa a tempio di Apollo alle 17.30; a Milano in piazza Oberdan alle 16; a Firenze in piazza della Repubblica alle 17; a Palermo in piazza Giuseppe Verdi alle 16; a Napoli in piazza della Repubblica alle 16; a Bologna in piazza Nettuno alle 17; a Ivrea in piazza Ferruccio Nazionale alle 17; a Torino in piazza Castello alle 15. Infine, domenica 28 giugno, appuntamento a Catania in piazza Federico di Svevi alle 19.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it