Dal 15 al 17 ottobre tornano gli ErasmusDays

Dal 15 al 17 ottobre tornano gli ErasmusDays

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Tre giorni in cui a raccontare Erasmus+ non saranno le Agenzie nazionali, bensì i beneficiari del Programma, attraverso una serie di eventi da loro stessi organizzati in tutti i Paesi d’Europa. Un grande momento di condivisione e di comunicazione a partire dall’incontro e dal confronto sulle esperienze vissute grazie al programma simbolo dell’UE. Tutto questo sono gli #ErasmusDays, che per la loro quarta edizione danno appuntamento in tutta Europa il 15, 16 e 17 ottobre 2020.

Promossa dalle Agenzie nazionali Erasmus+ con il patrocinio della Commissione europea, l’iniziativa degli ErasmusDays rappresenta un’occasione unica per raccontare e far conoscere storie di successo, testimoniare esperienze, diffondere i risultati dei progetti realizzati.

ErasmusDays 2020 punta ancora una volta a coinvolgere il maggior numero possibile di protagonisti e beneficiari in un grande evento diffuso.

Soprattutto quest’anno, alla vigilia del nuovo programma 2021-2027, diventa particolarmente rilevante condividere i risultati raggiunti per sottolineare quanto sia importante investire nelle opportunità di istruzione e formazione in dimensione europea.

Scuole, istituzioni, università, centri di ricerca, organizzazioni, cooperative, associazioni, ong, centri di formazione professionale sono dunque invitati a organizzare un qualsiasi tipo di evento targato ErasmusDays nelle giornate del 15, 16 e 17 ottobre

Ognuno è libero di raccontare il proprio Erasmus+ come preferisce e di far sapere a più persone possibile quanto questo programma porti innovazione, apertura, cultura e cambiamento negli individui e nelle organizzazioni.

Come partecipare agli ErasmusDays?

  • Organizza un evento Erasmus+ in una delle tre giornate previste (15, 16 o 17 ottobre 2020)
  • Inseriscilo sulla mappa europea attraverso il sito comune a tutti i Paesi partecipanti. È sufficiente compilare il modulo online in tutti i campi richiesti, con titolo (il più accattivante possibile!), descrizione e dettagli sull’evento
  • Scrivi un testo breve ma chiaro con tutte le informazioni utili sull’evento (max 550 caratteri spazi inclusi)
  • Aggiungi una foto (max. 2Mb)
  • Seleziona il settore di pertinenza, la tipologia di evento e la tematica
  • Se l’evento è collegato a un progetto Erasmus, puoi inserire la sintesi del progetto (max 200 caratteri spazi inclusi) e il link al sito del progetto.
  • Appena la tua segnalazione sarà approvata e pubblicata dalla redazione web delle Agenzie nazionali Erasmus+, non dovrai far altro che condividerla il più possibile sui canali social utilizzando l’hashtag ufficiale europeo #ErasmusDays.

 

Anche le Unità italiane eTwinning ed Epale partecipano all’iniziativa: aspettiamo quindi gli eTwinners e tutti gli iscritti alla community europea dedicata all’apprendimento degli adulti.

Se hai vissuto da poco un’esperienza Erasmus o sei in mobilità in questo momento, condividi la tua esperienza sui social network utilizzando sempre l’hashtag #Erasmusdays.

Alcuni Paesi sono già partiti e possono essere un’ottima fonte di ispirazione: sulla mappa europea sono infatti già stati caricati oltre 250 eventi. Quali saranno i primi ErasmusDays italiani del 2020?

Sito ufficiale: www.erasmusdays.eu

Domande frequenti

Organizza un evento

Scarica il kit grafico

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it