Away: Hilary Swank è una mamma astronauta diretta su Marte

Away: Hilary Swank è una mamma astronauta diretta su Marte

Disponibile dal 4 settembre
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Netflix ha rilasciato le prime immagini di Away: la nuova serie originale che sarà disponibile dal 4 settembre in tutti i Paesi in cui il servizio è attivo. Gli episodi vedono come protagonista Hilary Swank nel ruolo di una madre astronauta, costretta a lasciare la sua famiglia sulla Terra per intraprendere una missione su Marte.

LA STORIA

Creata da Andrew Hinderaker, Away è un dramma epico, emozionante e commovente e celebra gli incredibili progressi che gli esseri umani sono in grado di raggiungere, oltre ai sacrifici personali che devono sopportare lungo il cammino.  Mentre si prepara a guidare un equipaggio internazionale nella prima missione su Marte, l’astronauta statunitense Emma Green (Hilary Swank) deve accettare di abbandonare il marito (Josh Charles) e la figlia adolescente (Talitha Bateman) proprio quando hanno maggiore bisogno di lei. Il viaggio nello spazio diventa sempre più movimentato e contemporaneamente si complicano i rapporti tra gli astronauti ed emergono gli effetti della distanza dai propri cari rimasti sulla Terra. Away dimostra che, a volte, per ottenere il successo è necessario lasciare la propria casa.

I PERSONAGGI

Emma Green (Hilary Swank) 

Emma Green è un’astronauta americana ed ex pilota della Marina. È al comando della prima missione su Marte. Una leader determinata, molto intelligente ed empatica. È sposata con Matt Logan, ingegnere capo della NASA. Emma e Matt hanno una figlia di 15 anni, Lex.

Matt Logan (Josh Charles) 

Matt Logan è un ingegnere della NASA la cui moglie, Emma Green, è al comando della prima missione su Marte. È impegnato ad affrontare le enormi sfide di una missione casalinga, nel tentativo di allevare da solo la figlia adolescente.

Alexis “Lex” Logan (Talitha Bateman) 

Lex, 15 anni, è la figlia degli astronauti Emma Green e Matt Logan. Come suo padre, è molto orgogliosa della missione che sua madre sta per affrontare e che la porterà lontana da casa per tre anni. Lotta per diventare maggiorenne, mentre sua madre è in missione e suo padre affronta le proprie sfide.

Misha Popov (Mark Ivanir) 

Misha Popov è un cosmonauta e ingegnere russo in missione su Marte insieme a Emma Green. Il membro più esperto dell’equipaggio, Misha ha un forte ego, ma lotta segretamente con i sacrifici personali che ha fatto per raggiungere lo spazio.

Kwesi Weisberg-Adebayo (Ato Essandoh)

Kwesi Weisberg-Adebayo è un cittadino britannico del Ghana. Kwesi (pronunciato Kway-Si) è allegro, modesto e un uomo di profonda fede. È un botanico di fama mondiale e porta con sé la speranza di far crescere la vita su Marte.

Ram Arya (Ray Panthaki)

Ram Arya è un pilota di caccia dell’Aeronautica militare dall’India. Mentre gli altri astronauti sono costretti a fare i conti con l’attaccamento alla Terra e alle loro famiglie, Ram è quasi solo al mondo.

Lu Wang (Vivian Wu)

Lu Wang è un chimico e un’astronauta che rappresenta la Cina. È intelligente e pragmatica ma, sotto il suo aspetto concentrato, nasconde una vita personale complessa. È sposata con un figlio piccolo.

Melissa Ramirez (Monique Curnen)

Melissa Ramirez è un’ex astronauta, nonché Astronauta di Supporto dell’equipaggio di Emma. Il suo lavoro è quello di essere il collegamento tra Emma e la Terra. Melissa ha rinunciato alla sua carriera di astronauta per sostenere la sua bambina con bisogni speciali, ma è lì per Emma e per la sua famiglia. Si prende cura di Lex in assenza di Matt e Emma.

La serie vede come produttori esecutivi la showrunner Jessica Goldberg affiancata da Matt Reeves, Jason Katims, Edward Zwick, Hilary Swank, Adam Kassan, Andrew Hinderaker, Jeni Mulein e Michelle Lee.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it